Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Category: altro (Page 2 of 3)

Il webbo e la tastiera…

webbo

Imelio Duzzéro è un simpatico adolescente con una enorme passione per il web. Non un navigatore senza meta, ma un insaziabile curioso che non resiste mai a colmare ogni suo interrogativo. Per questo tutti gli amici, un po’ per onore al merito e un po’ per goliardia, lo hanno soprannominato “Il Webbo”.

Ogni giorno, impietosi e un po’ sadici, gli amici gli propongono una nuova sfida, con domande sempre più difficili e argomenti sempre più oscuri. Ma Il Webbo riesce sempre a sorprenderli con risposte precise ed efficaci. Ma loro non sanno che Il Webbo ha un trucco segreto: migliaia di amici per ogni argomento, sempre pronti ad aiutarlo.

L’ultima volta, i furbetti, gli hanno chiesto: perchè le lettere sulle tastiere hanno una certa disposizione?

Accidenti! Che domanda difficile! Sono quelle cose che ogni tanto ci chiediamo ma a cui nessuno sa dare risposta… o forse no?
“Mumble mumble” pensa Imelio “ma io.. ma io ricordo qualcosa…. l’ho letto da qualche parte, ma dove? Ma certo! Ora ricordo: le tastiere americane d vono la disposizione dei loro tasti a Christopher Latham Sholes, uno stampatore di Milwaukee che verso la fine degli anni Sessanta del XIX secolo progettò con Carlos Glidden un sistema per la scrittura meccanica sulle pagine. Ma nelle prime versioni, i martelletti tendevano a incastrarsi con estrema facilità tra loro, specialmente nel caso di numerose battute al minuto.
Per ovviare al problema dell’incastro dei martelletti, Sholes e Glidden decisero di allontanare tra loro i tasti delle lettere maggiormente utilizzate. Ciò consentì di organizzare meglio il movimento dei martelletti, che riuscivano così ad alternarsi senza scontrarsi l’uno con l’altro. La dislocazione dei tasti nella seconda riga di ogni tastiera (ASDFGHJKL) testimonia ancora la disposizione alfabetica concepita dai due inventori.
L’organizzazione dei tasti fu ulteriormente ottimizzata, introducendo l’ordine dei tasti della prima fila di lettere che ancora oggi dà il nome alle tastiere americane: QWERTY(UIOP).”
E’ proprio bravo questo Imelio, e la sua bravura è legata alla sua voglia di conoscere che lo spinge a leggere tanti blog e in questo caso è ad aiutarlo è stata la lettura del blog del suo amico Anecoico in cui ha trovato il post “Perché le lettere sulle tastiere hanno una certa disposizione?“, dove è raccontata tutta la storia delle tastiere.
E se lo legge Imelio allora dovreste leggerlo anche voi ;)

Ps Il Webbo è una idea di Merlinox. Questa storia è stata scritta per voi da DanieleMD, invitato da Merlinox.

firma.png

Qual è il più grande ostacolo che vi impedisce di vivere i vostri sogni?

sogni

Oggi va faccio io una domanda: Qual è il più grande ostacolo che vi impedisce di vivere i vostri sogni?
Rispondete nei commenti per favore, può sembrare banale ma può essere un buon punto di partenza per una bella idea che ho in mente.
Su dai datemi una mano!

firma.png

Anatomia di un abbraccio…

abbraccio

Quando una vignetta, a dir poco splendida, vale più di 1000 parole…
Che ne pensate?
NB Fonte Originale Americana

firma.png

Felice Anno Nuovo!

2009

Augurissimissimi!

firma.png

Il migliore del 2008, per un miglior 2009 – Dai un giorno di pausa alla tua dieta!

fuochi artificio
Ho chiuso il 2007 con questa iniziativa e, dato che ha portato molto bene al blog, provo a rilanciarla. Il “gioco” è molto semplice: oggi stesso o domattina proponi sul tuo blog il miglior post dell’anno appena trascorso (puoi sceglierlo in base alle visite ricevute, ai commenti o basandoti su presupposti personali).
Ci sono almeno un paio di ottimi vantaggi: fai rileggere ai tuoi lettori un buon post e ti prendi un girono di ferie dal blog :)
L’iniziativa dell’anno scorso fu lanciata dal buon Riccardo Gavioso che quindi invito ufficialmente (non sembra però che la stia riproponendo ma se decide di rifarla ne sarei felice Aggiornamento: l’ha rilanciata anche quest’anno e quindi aderisco con questo post)! Oltre a La penna che graffia invito anche Julius Design, Merlinox, Dietetico, Cattiva Maestra, Salmo 69 e Poca Cola, Ikaro e Francesco Gavello.
Veniamo adesso a noi.
Il miglior post di Psiche e Soma è (rullo di tamburi etc etc): Dai un giorno di pausa alla tua dieta!
Oltre ad essere un post interessante credo che sia perfetto per questi giorni di festa, in cui i sensi di colpa potrebbero assalirci rendendoci tristi proprio il primo dell’anno…

Buone Feste a tutti!

Ps se volete partecipare e non siete stati citati (ho citato i primi che mi sono venuti in mente…) fatelo pure e vi aggiungerò con gioia! Se invece decidete di partecipare avvisate anche il buon Riccardo perchè domani farà un elenco con tutti i migliori post dell’anno.

firma.png

A Natale….

babbo natale

Ai bambini regalate relazioni invece di oggetti e non fateli brindare con lo spumante per bambini
Felice Viglia di Natale!

firma.png

Siamo sicuri di essere noi i più evoluti?

Read More

Una frase per il 2008…

Natale

Ricevo dagli amici Merlinox e Julius un invito a definire questo 2008 con una frase. Sapete che è raro che io partecipi ad un meme ma questo mi sembra proprio simpatico.

Allora la mia frase è: “Un passo avanti…

Semplice forse ma per me significativa. Ora sono curioso di sapere cosa ne pensano i miei due amici omonimi Daniele e Daniele, la mitica Claudia, il sempreverde Luigi Gallo,  la simpatica Amanda, l’inossidabile Airdave, il geniale Ciro e i nuovi amici The Norba e Francesco Gavello e Andrea.
E voi lettori siete pregatissimi di scrivere nei commenti la vostra frase.

firma.png

Non disprezzare…

povertà

Oggi vi propongo una poesia di Stefano Benni dal titolo “Non disprezzare

Non disprezzare il poco, il meno, il non abbastanza
L’umile, il non visto, il fioco, il silenzioso
Perché quando saranno passati amori e battaglie
Nell’ultimo camminare, nella spoglia stanza.

Non resteranno il fuoco e il sublime, il trionfo e la fanfara
Ma braci, un sorso d’acqua, una parola sussurrata, una nota
Il poco, il meno il non abbastanza.

Fa riflettere, vero?

Come rendere il mondo un posto migliore?

world

Il dizionario De Mauro dà questa definizione di gentilezza: azione, parola, modo gentile, cortesia.
E’ un concetto semplice in teoria ma nella realtà è un tipo di comportamento che qualche volta è difficile da mettere in pratica quotidianamente.
Badate bene, non vi sto parlando della gentilezza che dovreste usare con il vostro coniuge, con i vostri familiari, o con i vostri amici, anche se, ovviamente, anche quel tipo di gentilezza è importante.
Allo stesso modo se state andando in un luogo di culto o in luogo di ritrovo è facile mostrarsi gentili con chi vi sta accanto e con le persone che vi sono familiari, ma avete mai pensato in che modo trattereste tutti coloro che appaiono diversi?
In maniera particolare voglio parlare della gentilezza verso gli stranieri, e, nello specifico, verso tutti coloro che possono apparire differenti da noi.

Read More

Page 2 of 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén