Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Vaccini e influenza suina. Foglietto illustrativo, categorie a rischio e qualche importante precisazione.



vaccino

Come dico sempre, e l’ho dovuto ripetere troppo spesso ultimamente, è solo la corretta informazione che evita il panico nello persone. In questo blog non troverete mai consigli perentori ma solo tutte le informazioni necessarie in modo da poter essere voi a scegliere in tutta coscienza cosa è meglio fare per la vostra salute. Una differenza che voglio infine sottolineare ed è quella che c’è fra i blog (come questo che stai leggendo) e i giornali e la tv: i blog non sono e non saranno MAI pagati dalle case farmaceutiche quindi potranno a volte dire fesserie (e non ne sono certo immuni i giornali e le tv…) ma di sicuro non lo fanno MAI in cattiva fede.

Torniamo a noi e affrontiamo il tema vaccino contro l’influenza A ché è il tema più caldo di questi giorni.

Informazioni per fare una scelta ponderata.

L’Agenzia Italiana del Farmaco indica i nomi commerciali di tre vaccini che verranno usati in Italia: Focetria, Pandemrix e Celvapan. In questo momento mi risulta che stiano somministrando solo il Focetria.

Foglietto illustrativo del vaccino
Vi verrà fatto leggere prima della somministrazione del vaccino: leggetelo attentamente e conservatelo.
Lo trovate cliccando qui e comunque ricopio alcuni punti fondamentali del bugiardino in modo da ragionarci su:

4. POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI
Come tutti i medicinali, Focetria può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.
Dopo la vaccinazione possono verificarsi reazioni allergiche, raramente con comparsa di shock. I medici sono consapevoli di questa eventualità e hanno a disposizione le misure d’emergenza necessarie per questi casi.
Studi clinici condotti con un vaccino simile hanno evidenziato che gli effetti indesiderati sono lievi e di breve durata. Gli effetti indesiderati sono generalmente simili a quelli associati alla somministrazione di vaccini influenzali stagionali.
La frequenza di possibili effetti indesiderati elencati di seguito viene definita in base alla seguente convenzione:
molto comune (più di 1 soggetto su 10)
comune (1-10 soggetti su 100)
non comune (1-10 soggetti su 1.000)
raro (1-10 soggetti su 10.000)
molto raro (meno di 1 soggetto su 10.000)
Gli effetti indesiderati elencati di seguito sono stati rilevati con l’uso di Focetria in studi clinici condotti su adulti, compresi gli anziani.
Comune
Arrossamento, gonfiore o dolore nel sito di iniezione, lividi o indurimento della pelle in corrispondenza del sito di iniezione, febbre, stato di indisposizione generale, stanchezza, mal di testa, incremento della sudorazione, brividi, sintomi simili a quelli dell’influenza, dolore a livello di muscoli e articolazioni.
Effetti indesiderati risultanti da studi clinici condotti su bambini
È stato condotto uno studio clinico con un vaccino simile su bambini. Gli effetti indesiderati molto comuni generalmente riportati nella fascia di età compresa tra 6 e 36 mesi per singola dose sono risultati irritabilità, pianti insoliti, sonnolenza, diarrea e cambiamenti nelle abitudini alimentari. Gli eventi sistemici molto comuni riscontrati nei bambini comprendono cefalea e fatica. Negli adolescenti, gli eventi molto comuni sono stato di indisposizione generale, mialgia, cefalea, fatica, sudorazione, nausea e brividi.

Gli effetti indesiderati elencati di seguito si sono verificati nei giorni o nelle settimane successivi all’immunizzazione con vaccini sia adiuvati che non adiuvati somministrati di routine ogni anno per la prevenzione dell’influenza. Tali effetti indesiderati potrebbero insorgere in seguito all’uso di Focetria.
Non comune
Reazioni generalizzate della pelle, inclusa l’orticaria.
Raro
Reazioni allergiche che comportano un calo pericoloso di pressione arteriosa che, se non trattate, possono anche causare shock. I medici sono consapevoli di questa eventualità e hanno a disposizione le misure d’emergenza necessarie per questi casi, per accessi convulsivanti, forti dolori lancinanti o palpitanti che si irradiano lungo uno o più nervi, bassa conta piastrinica che potrebbe comportare emorragia o brividi.
Molto raro.
Vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni che può causare eruzioni cutanee, dolori alle articolazioni e problemi renali), disturbi neurologici, come encefalomielite (infiammazione del sistema nervoso centrale), neurite (infiammazione dei nervi) e una forma di paralisi nota come sindrome di Guillain-Barré.

6. ALTRE INFORMAZIONI
Cosa contiene Focetria
– Principio attivo
Antigeni di superficie del virus dell’influenza (emoagglutinina e neuraminidasi)* del ceppo:
analogo al ceppo A/California/7/2009 (H1N1)v (X-179A) 7,5 microgrammi** per dose da 0,5 ml
Il vaccino è conforme alle raccomandazioni OMS e alla decisione EU sulla pandemia.
– Adiuvante
Il vaccino contiene un “adiuvante” (MF59C.1) per stimolare una risposta più efficace. MF59C.1 è un’emulsione olio/acqua contenente 9,75 mg di squalene, 1,175 mg di polisorbato 80 e 1,175 mg di sorbitan trioleato in tampone citrato.
– Eccipienti
Gli eccipienti sono: thiomersal (solo flaconcino multidose), sodio cloruro, potassio cloruro, potassio fosfato monobasico, sodio fosfato dibasico diidrato, magnesio cloruro esaidrato, calcio cloruro diidrato, sodio citrato, acido citrico, acqua per preparazioni iniettabili.

Prima cosa da sottolineare: prendete il bugiardino di qualsiasi farmaco e troverete un elenco simile di effetti collaterali. Non fatevi quindi venire troppa ansia ma prendete questo farmaco con la stessa lieve ansia con cui dovreste assumere qualsiasi farmaco (mai infatti prendere i farmaci con leggerezza).

Seconda cosa importante: come potete leggere questo vaccino contiene come adiuvante lo squalene e come eccipiente il thiomersal (a base di mercurio). E’ su questi due ingredienti che si sta parlando tanto (forse troppo) e per correttezza vi dirò una cosa positiva e una negativa in modo che siate voi a scegliere di chi fidarvi.
Squalene: In uno studio pubblicato da Experimental and Molecular Pathology si dice che che il 95% dei veterani affetti da Sindrome del Golfo presentano anticorpi per lo squalene, sostanza somministrata tramite il vaccino contro contro l’antrace. Molti altri soldati (circa 20.000) furono vaccinati contro l’antrace, pur non partecipando alla guerra, e sia loro che i veterani del Golfo avevano sviluppato la stessa patologia che include artrite reumatoide, problemi di equilibrio, e alla memoria, dolori muscolari e il morbo di Lou Gehrig.
L’OMS dice invece che i vaccini per l’antrace non avevano lo squalene e che è presente dal 1997 in quasi tuti i vaccini e che non si sono mai verificate reazioni pericolose ma solo qualche piccola reazione nel luogi di inoculazione.

Thiomersal: (da wikipedia) “La tossicità neurologica attribuita al tiomersale dipende dall’etilmercurio. L’etilmercurio presenta un profilo di tossicità sovrapponibile a quello di un altro composto contenente mercurio, il metilmercurio. Rispetto a quest’ultimo, l’etilmercurio è eliminato dall’organismo più rapidamente. La maggior parte dei dati di tossicità acuta e cronica reperibili nella letteratura specializzata, relativi al mercurio presente nei composti organici (mercurio organico), si riferiscono al metilmercurio. La presenza di tiomersale nei vaccini è stata correlata a reazioni allergiche dermatologiche da contatto, e più gravemente a disturbi neurologici quali l’autismo. Il tiomersale può causare allergia da contatto che si manifesta con sintomi dermatologici in circa l’1,5% degli adolescenti e degli adulti (dati europei).”
“La quantità di tiomersale nei vaccini non supera i 50 mcg/dose; supponendo una conversione completa a etilmercurio, quest’ultimo arriva ad una concentrazione massima per dose di vaccino di 32,5 mcg (corrispondente a 25 mcg di Hg). La quantità massima di mercurio, che può essere assunta nel primo anno di vita, da fonti diverse dalla dieta, è stata fissata a 120-130 mcg/anno.” E quindi, come dicevano ieri sul Fatto Quotidiano “c’è più mercurio in qualsiasi scatoletta di tonno o trancio di pesce spada.”

Tempi e scelta delle persone che si dovrebbero vaccinare.

In questi giorni stanno vaccinando le categorie a rischio (medici, infermieri etc etc) mentre dal 9 Novembre partirà la seconda fase della campagna di vaccinazione che si rivolgera a:
* persone a rischio, di età compresa tra 6 mesi e 65 anni
* donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza
* persone tra i 18 e 27 anni, non incluse nei precedenti punti.
Sono considerate a rischio le persone con:
* malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio, inclusa asma, displasia broncopolmonare, fibrosi cistica e BPCO
* malattie dell’apparato cardiocircolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite
* diabete mellito e altre malattie metaboliche
* gravi epatopatie e cirrosi epatica
* malattie renali con insufficienza renale
* malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
* neoplasie
* malattie congenite ed acquisite che comportino carente produzione di anticorpi
* immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV
* malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale
* patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie, ad esempio malattie neuromuscolari obesità con Indice di massa corporea (BMI) > 30 e gravi patologie concomitanti
Inoltre la vaccinazione sarà offerta alle persone che, pur non essendo a rischio, sono a stretto contatto con i bambini fino a 6 mesi d’età e con altri soggetti che pur vulnerabili non possono ricevere il vaccino.

Sei una persona a rischio? Dopo esserti informata rivolgiti nei prossimi giorni al tuo medico di famiglia, parlane con lui e soprattutto fidati di ciò che ti dice (se non ti ispira fiducia travatene un altro ma fidati solo di un medico alla volta). Sei libera di farlo o di non farlo ma nel caso di categorie a rischio mi sa proprio che i benefici del vaccino siano maggiori dei rischi.

Sei una persona tra i 18 e 27 anni senza patologie croniche? Ecco tu fai parte di quella categoria a cui sinceramente non so ancora con certezza cosa consigliare, mi mancano ancora un paio di informazioni (parlerò oggi stesso con un collega del Ministero) non ti consiglio di farlo e comunque entro venerdì pubblicherò un articolo apposta per te. Nel frattempo spero che questo articolo abbia in qualche modo contribuito a farti un’opinione in merito.

Non fai parte di una di queste categorie? Calma e sangue freddo perchè non c’è nulla da temere. Continua ad informarti ma evita chiunque usa toni troppo allarmistici sia PRO che CONTRO il vaccino, entrambi questi atteggiamenti creano panico e sono sbagliati!

Nei prossimi articoli parlerò del consenso informato (ovvero un foglietto che vi faranno firmare prima di sottoporvi al vaccino) e risponderò ad altre domande frequenti e vi dirò perchè comunque io ho scelto di non vaccinarmi.

firma.png

Previous

Il colpo di frusta.

Next

Influenza suina e vaccino: sui dati reali e sul perchè ho deciso di non farlo.

49 Comments

  1. A parte il discorso medico, sul quale ovviamente non mi permetto di proferire parola non essendo un medico, c’è un passaggio straordinario in questo post: “i blog non sono e non saranno MAI pagati dalle case farmaceutiche”.
    Questo è un punto cruciale per quello che riguarda l’informazione libera in Italia. Se è vero che molti blog fanno informazione puerile o falsata, è anche vero che molti altri fanno un’ottima informazione ed è verissimo, sopra ad ogni cosa, che i blogger sono LIBERI.
    E’ una riflessione sulla quale sempre più lettori si soffermano.
    Daniele, se mi prendo la Suina ti chiamo a casa a visitarmi, sappilo :-)

  2. @Rudy grazie per il commento. Ci tengo molto a quella parte del post ed è proprio il motivo per cui mi sono deciso ad aprire il blog :)

  3. Daniele, io ho una domanda: come faccio a fidarmi di qualcuno che prima di somministrarmi un farmaco non sperimentato mi fa firmare un foglio di manleva con cui si scarica ogni responsabilità? Il consenso informato in fondo è questo.

    Il problema è a monte, ed è questo;

    1. Il farmaco non è stato sperimentato come gli altri
    2. Hanno deciso di vaccinare comunque milioni di persone
    3. Lo fanno scaricandosi responsabilità grazie alla firma del paziente

    Personalmente non mi fido di chi agisce cosi. Opinione personale ovviamente. Ognuno è responsabile della propria salute.

    Daniele

  4. Katrina

    Grazie per le informazioni esaustive. Io stavo somministrando il PASPAT ai miei due figli adolescenti, quando ho letto una scheda a proposito dell’influenza cosiddetta suina nella quale si racomanda di evitare i farmaci immunostimolanti. Allora ho cercato di capire meglio ed ho scoperto che il PASPAT, come altri preparati simili, sono stati RITIRATI dal commercio in Francia perchè il rapporto rischio-beneficio è decisamente sfavorevole. Ovviamente, i mei figli non lo assumono più. Sapresti darmi indicazioni anche su questo? Grazie ancora, Katrina

  5. Tutto molto interessante ma, per me, che devo prendere una decisione per mio figlio (21 mesi e convulsioni febbrili) non riesco a trovare risposta.
    Mi dicono di vaccinarlo e poi però sottolineano che il vaccino pùò comunque fargli venire la febbre e quindi le convulsioni.
    Deve sottoporsi a una doppia somministrazione (e quindi doppio rischio) perchè è piccolo ed oltretutto dovrei vaccinarlo anche contro l’influenza stagionale.
    Considerando che ha avuto una brutta crisi la scorsa settimana, onestamente non so più come comportarmi.
    Una mamma preoccupata.

  6. chiara

    Che dire?!! Mio figlio di 21 mesi ha una cardiopatia congenita..si può dire che è vivo per miracolo e io sono più in ansia adesso che quando era sotto i ferri (già ben due volte!)!
    Il pediatra che segue i bimbi cardiopatici in ambulatorio inizialmente ci ha sconsigliato di farlo, ma ora che sono arrivate le monodosi per bambini, senza Thiomersal, ci ha chiamati…
    AIUTO!

  7. Stefania

    Ho due figli di 8 e 4 anni e mezzo: non soffrono di patologie, ma da anni ormai faccio il vaccino antinfluenzale stagionale su consiglio del mio pediatra (non hanno mai preso l’influenza stagionale). Il mio pediatra consiglia anche la vaccinazione contro il virus H1N1, ” x evitare la diffusione del contagio”…ma io non sono tanto convinta…perche’ sottoporre i miei figli, sani, al rischio di un vaccino non sperimentato nei classici modi? una mamma perplessa….

  8. consu

    Ho un bambino di 7 anni e sta facendo piscina 2 volte la settimana.
    Mi dicono che in questo periodo è meglio evitare di stare in ambienti chiusi e riscaldati e in modo particolare nelle piscine.
    Ho la necessità di sapere qualcosa…grazie.

  9. Questa è vera informazione. Non c’è più nulla da aggiungere, possibile mai che la gente abbia il dubbio di vaccinarsi o meno? A cosa servono i giornali? A cosa serve la Tv? Fortunatamente ci sono i blogger che fanno e faranno la differenza.

    Grazie Daniele.

  10. Ciao Daniele. Ottimo lavoro, come sempre. Anch’io punto il dito su quella parte del tuo post in cui affermi che i blogger non sono pagati dalle ditte farmaceutiche o da altri. Ottima spiegazione.
    Aggiungerei: non solo non ci pagano… ma paghiamo noi, con il nostro tempo e la passione che mettiamo in quello che facciamo.

  11. Tristomietitore

    Gli effetti molto rari, quelli più gravi, sono meno di 1 ogni 10.000, ovvero meno di 100 ogni 1 milione di vaccinati

    La mortalità tra i non vaccinati è di 1000 ogni 1 milione di non vaccinati.

    La differenza è 900.

    900 MORTI.

    Dovreste essere chiamati a risarcire a suon di milioni di euro tutte le famiglie di quelli che moriranno per non essersi vaccinati dopo aver letto il vostro blog.

  12. Alberto

    ATTENZIONE: il signore che ha scritto questo articolo IN FAVORE dei vaccini e’ un dottore, lautamente pagato dalle case farmaceuticheper imbonire il popolino affinche’ si vaccini. NON FIDATEVI della sua FALSA BUONA FEDE. Le informazioni che vi riporta sulla pericolosita’ e sulle concentrazioni di mercurio e squalene nei vaccini SONO FALSE. le percentuali di effetti collaterali di lungo termine gravi sono FALSE, le statistiche sono FALSATE anche dalle case farmaceutiche, che hanno interessi miliardari in gioco e sono pronte a tutto per di convincere il popolo bue a comprare comprare comprare la loro schifezza.
    LA CONCENTRAZIONE DI MERCURIO PRESENTE IN OGNI VACCINO E’ SUPERIORE ALLE RACCOMANDAZIONI DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’. BUGIE BUGIE BUGIE

  13. Rebecca

    Ho letto il tuo post. Sono d’accordo con te, nemmeno io farò il vaccino altrimenti a cosa serve il nostro sistema immunitario. Ti dirò che non ha fatto nemmeno a mia figlia il vaccino per il papilloma viRUS

  14. @Alberto ahahah lo sapevo che alla fine qualcuno diceva che ero pagato dalle case farmaceutiche. Attento al reato di diffamazione però. Comunque visto che urli che è tutto falso perchè non ci dai qualche dato vero?

    @Tristomietitore a parte che non hai certo letto l’articolo io sto facendo tutti gli scongiuri del caso.

  15. @Tristomietitore era anche ieri sul mio blog..si vede che gli piace andare in giro a trollare.
    Beh, ci vogliono pure quelli.

  16. Giorgio

    CARO DOTTORE, LEI SCRIVE UN BELL’ARTICOLO CHE INVOGLIA A NON PREOCCUPARSI TROPPO DEL VACCINO, A CONCLUDE CHE LEI STESSO NON SI VACCINA E RIMANDA AL FUTURO LA PIEGAZIONE DEL PERCHE’ LEI, COME MIGLIAIA DI ALTRI MEDICI, RIFIUTANO IL VACCINO. BAH….CHE DIRE….LEI E I SUOI BLOG CHE MAI E POI MAI SONO IN CATTIVA FEDE PERCHE’ NON SONO PAGATI? MA COSA DICE? UNA CASA FARMACEUTICA NON CI METTE NULLA A PAGARE UN DOTTORE AFFINCHE’ APRA UN BLOG COME IL SUO! PERCHE’ MAI DOVREBBE ESSERE CREDIBILE?
    PUAH!

  17. Daniele, chi è che ti paga?? Quale casa farmaceutica? Dai dillo che ormai ti hanno beccato! :-D

  18. vulcanico

    Non so come sono fatte le aspirine, o altre porcherie che vendono in farmacia, le mia medicina è il succo di limone siciliano (sono siciliano). Informatevi cosa contiene il succo di limone perchè i vostri cosiddetti medici non vi consigliono di bere in continuazione il succo di limone?

  19. antonio

    Effettivamente stanno rompendo un po’ le balle con sta’ influenza…. secondo me il discorso si dovrebbe spostare un po’ piu’ in la ‘ del semplice : fa’ bene non fa bene? … se continuano a dire che e’ ne’ piu’ ne’ meno come un qualsiasi altra influenza…
    Dicano invece da dove viene questo vaccino, da chi e come viene ricavato….quali altre complicazioni, quelle vere non quel foglietto allegato al vaccino, e poi se fanno firmare la dichiarazione di responsabilita’ un motivoci sara’ pure o no?
    Mi e’ parso di capire ,ascoltando una trasmissione radiofonica, che il vaccino viene estratto dal fegato delle scimmie (o scimpanze’) e per contro puo’ scatenare in soggetti a rischio ( chissa’ quali sono se non e’ stato testato?)una miriade di altre malattie. Sara’ poi vero?…. chi vivra’ vedra’….

  20. Salve ho 52 e soffro di ipertensione. Vivo con un genitore ottantenne portatore di insufficicenza respiratoria grave con BPCO.
    Il suo pneuomologo gli ha consigliato di farlo ma io? io cosa devo fare?
    Aggiungo che ci vacciniamo regolarmente da circa 6 anni per le influenza stagionali.

    Sono molto confusa. Molto sinceramente temo gli eventuali effetti collaterali. Sono confusa ed il mio medico nn mi aiuta a fare chiarezza pur essendo molto in gamba.

    E’ giusto lasciare la responsabilità di scelta ai cittadini? E’ giusto che venga consigliato e non imposto?

  21. gianni cumano

    il mio pensiero che sia una sola….pisicologica per tranquilizzare…gli animi ,piu immotivati…per non crear…. panico.

  22. lillo

    Aspetta:

    “i blog non sono e non saranno MAI pagati dalle case farmaceutiche quindi potranno a volte dire fesserie (e non ne sono certo immuni i giornali e le tv…) ma di sicuro non lo fanno MAI in cattiva fede.”

    Dove sta scritta questa regola???

    Perché una multinazionale (di qualsiasi settore si occupi) non dovrebbe riuscire a sovvenzionare dei singoli affinché questi divulgano notizie a loro favorevoli?
    Infondo sono nati servizi e aziende proprio per questo, e il caso più eclatante (che io non posso confermarvi, ma solo suggerirvi) è questo:
    http://www.casaleggio.it/relazione_digitale/
    Il viral marketing è una strategia pubblicitaria fenomenale e molto più economica delle ormai poco credibili televisioni.

  23. francesco

    Salve io ho sofferto d’asma quando avevo 6 anni poi raramente ne ho sofferto solo qualche crisi molto lieve quasi nulla quindi penso di non reputarmi asmatico. Ora ho 21 anni. Non vorrei farlo il vaccino che mi consiglia?

  24. Fabio Pi.

    Io colgo ogni informazione che mi viene data, faccio le analisi del caso, cerco di cogliere le sfumature nelle parole e capire “secondo me” quale sia la verità….se sbaglio l’ho fatto da solo…

    Diffamare il Dott. Aprile che probabilmente scriverà una valanga di cavolate…io invece dico:

    Intanto ci sta fornendo informazioni. Che poi siano vere o false sta a noi capirlo e assumerci le responsabilità. Inutile dire come dovrebbe girare il mondo…sono solo fantasticherie. La verità qual’è? Quella di chi è pro o quella di chi è contro?
    Basta che un nostro amico medico di fiducia per esempio (che magari è totalmente incompetente…ma pur sempre laureato!!!) ci esprima la sua posizione che noi automaticamente la assumiamo a nostra volta…

    Sembrano le discussioni sull’11 Settembre…è stato Bin Laden o lo stesso Bush a organizzare l’attentato?

  25. Gianni

    È da circa 2 giorni che cerco informazioni in rete e le “incrocio” con quelle dei medici (mio e di mia moglie) e della ginecologa che segue mia moglie, incinta alla 21 settimana…
    Non riesco a venirne a capo… È tutto coperto da un’aura di aleatorietà tale da non essere capace di prendere una decisione basata su dati rigorosamente scientifici. Mi sono imposto alla fine di semplificare e il mio quesito ultimo è questo: se mia moglie è sana, non ha patologie particolari, si è raramente ammalata di influenza stagionale, qualora dovesse ammalarsi di influenza A o di quella stagionale, quali rischi “obiettivi” (non legato cioè alla personale situazione psico-fisica) può correre? Quali sono le complicazioni statisticamente più gravi in cui può incorrere (lei e il feto) non prendendo farmaci (al massimo il paracetamolo)?
    Attendo lumi…
    Gianni

  26. Spartaco

    Nessuno sa, è la dura realtà, che effetto può avere il vaccino in lungo termine perchè è stato provato in termini strettissimi. Quindi è meglio fare testa o croce : vuoi i rischi dell’influenza o i rischi di un vaccino non sufficientemente sperimantato ?
    Se lo dovrebbero fare i caporioni del governo il vaccino per tranquillizzare le persone, anzi avrebbero dovuto farlo da un pezzo. Perchè il Caporione ed il suo subalterno alla Sanità non se lo fanno ? Non vi domandate perchè ?

  27. Simona

    Interessante tutto ciò ma la cosa che mi fa riflettere di più è la consapevolezza che eiste questa influenza (con effetti simili o meno alle influenze stagionali) ma non si conoscono i tempi di influenzali ne se contratto tale virus ti immunizzi allo stesso.
    Chi mi sa rispondere?
    Grazie e un saluto e augurio a tutti i lettori!

  28. sonia

    PAROLE,PAROLE,PAROLE…
    MA SI PUO’ SAPERE SE UN BAMBINO ATOPICO COME MIO FIGLIO,DI 7 ANNI CON RICORRENTI BRONCHITI E A.L.L.E.R.G.I.C.O. ALL’ UOVO PUO’ FARE QUESTO CAVOLO DI VACCINO??????

  29. roberto

    Sul Thiomerosal sono sorte molte polemiche; nessuno studio ha mai dimostrato una correlazione fra autismo e vaccini; tuttavia l’etilmercurio risulta neurotossico, oltre che nefro tossico nonostante abbia un ’emivita minore rispetto al metil-mercurio. L’etil-mercurio contenuto nei vaccini, ha le stesse potenzialita’ del metil-mercurio di accumularsi nella flora e fauna marittima e terrestre ; negli animali il fenomeno dell’ accumulo di sostanze tossiche si chiama bioaccumulo; man mano che aumenta la taglia dell’animale, aumentano anche le concentrazioni della sostanza tossica; quindi il tonno o il pesce spada contengono alte concentrazione di mercurio, e le donne in gravidanza come i cardiopatici dovrebbero limitare l’assunzione di questi pesci. Se il Thiomerosal contente mercurio non e’ dimostrato che provochi l’autismo, il rischio del mercurio sullo sviluppo del feto e’ dimostrato; l’assunzione di mercurio da parte di donne in gravidanza espone il feto a dosi tossiche nonostante queste siano sopportabili dalla donna in gravidanza; le donne in gravidanza che hanno assunto mercurio attraverso l’alimentazione hanno più possibilità che abbiano figli con problemi neurologici, fra cui anche l’autismo. La questione dunque rimane la seguente: l’etil-mercurio contenuto nei vaccini, non e’ dimostrato che provochi l’autismo, ma il mercurio assunto dalla donna in gravidanza aumenta le possibilità di avere figli con problemi neurologici o autismo. Il problema e’ che con una vaccinazione di massa come quella per l’influenza suina, espone l’intera popolazione al mercurio, visto che viene metabolizzato dall’organismo e riversato nell’ambiente dove si accumula nella flora e la fauna marittima e terrestre, inquinando le sorgenti idriche che arriviano nella nostra case attraverso l’acqua potabile.
    In conclusione le linee guida dell’ OMS che stabilisce che il beneficio della vaccinazione supera i potenziali rischio, sono solo chiacchiere e menzogne che tutelano solo gli interessi delle aziende farmaceutiche produttrici di vaccini, visto che l’OMS invita al consumo del vaccino. Inoltre l’OMS ha consigliato la vaccinazione a tutta la popolazione, anche ai soggetti sani, in cui il rischio e’ maggiore del beneficio della vaccinazione. Una sostanza che si accumula nell’ambiente come l’etil-mercurio contenuto nei vaccino e’ solo un rischio che sottopone a pericoli ingiustificati l’intera popolazione, incluse le donne in gravidanza che assumono alimenti contenenti mercurio a seguito dell’avvelenamente della flora e fauna locale dopo la vaccinazione di massa. I media ufficiali sono autori del terrorismo mediato che si basa sull’aumento della percezione del pericolo per giustificare i profitti delle multinazionali come dei guerra fondai; il terrore e la paura infatti sono una forma di controllo per le masse.
    Da sottolineare inoltre che le linee guida indicate dall’OMS sulla vaccinazione, ove il beneficio della vaccinazione supera il rischio, sono state utilizzate anche in Africa per la cura dell’ AIDS con i farmaci antiretrovirali; anche in questo per l’OMS il beneficio della terapia supera il rischio della stessa; tuttavia molti farmaci aantiretrovirali, fra cui l’AZT, hanno dimostrato di provocare un peggioramenti della sintomatologia dell’AIDS, secondo voci eminenti come Duesberg, emerito biologo molecolare, e’ addirittura in grado di provocare l’AIDS; l’AZT infatti era un chemioterapico, risultato troppo tossico per la chemio, E QUINDI riciclato per la cura dell’AIDS. L’OMS quando sostiene che il beneficio della terapia supera il rischio, ignora che i farmaci antiretrovirali, in assenza totale delle norme igienico-sanitarie-alimentari, sono in grado di peggiorare la sintomatologia dell’AIDS fino a provocare la morte del paziente. Anche in questo caso, a causa delle linee guido l’OMS si e’ dimostrata un istituzione criminale, al servizio dell’imperialismo USA per tutelare i suoi profitti in base a un certo numero di morti e vittime; il tutto con la compiacenza del mainstream mediatico.

  30. Filippo

    Salve, ho letto tutti i commenti e vari blog, l’unica cosa che mi stupisce (come altri hanno scritto) è la leggerezza con cui in molti blog si parli dell’argomento, anche se devo dire la verità è la prima volta che mi imbatto in un blog senza una posizione ben precisa. Il problema di fondo è uno, capire dove è la verità, mi spiego:
    1. Se è vero che i capi di governo faranno un vaccino a parte, perchè?
    2. Come diceva qualcuno, perchè Lei che è Dr. non fa il vaccino (e come Lei altri medici)
    3. Tutti questi sintomi in quale periodo post-vaccinazione si potrebbero presentare?
    4. E’ assodato che il vaccino non è stato fatto nei tempi normali per testare un vaccino, allora è possibile che tutti gli Stati e ripeto tutti gli Stati, si siano messi d’accordo per “insabbiare” questa situazione?
    5. Questo riguarda i blog ed è una considerazione personale: alcuni blog caro Dr. possono tranquillamente essere pagati da case farmaceutiche, (non mi sembra il suo caso comunque) o cmq essere “sponsorizzati” da quei Dr. che stanno scrivendo libri sull’argomento (vedi alcuni casi americani, alla fine dell’articolo contro-vaccinazione c’è una qualche citazione di libri scritti dai Dr. stessi)
    6. Concludo: Siamo noi a decidere, sulle informazioni che ci vengono messe a disposizione, cosa fare. E vi assicuro che sono preoccupato perchè qualcuno in famiglia ha fatto il vaccino e ho tante domande (come si è visto) che sono ancora oggi senza risposta.
    SCUSATE se mi sono dilungato e spero che Lei, Dr. possa rispondere a qualcuno di questi punti, visto che forse il suo post è stato fra i più chiari che abbia letto negli ultimi giorni.
    Grazie e buona vita a tutti.

  31. Filippo

    Scusate per il punto 2. non avevo letto l’ultimo post!

  32. Gio

    Solo una cosa: grazie Roberto per la chiarezza!
    Condivido pienamente il tuo commento e scommetto che parlamentari, ministri, senatori, politici tutti e politicanti non si sottoporranno all’indotta vaccinazione di massa.
    Magari, se avete un paio di minuti, provate a seguire questa conferenza
    http://www.youtube.com/watch?v=NbMWPTM2yhs

    Ciao!

  33. Caterina

    NON FATELO IL VACCIONO SE SIETE SANI

    I PRIMI MEDICI A NON FARLO SONO PROPRIO QUELLI DEL CENTRO VACCINAZIONI

    NEGLI OSPEDALI SOLO IL 2% DEI MEDICI E PARAMEDICI SI STA VACCINANDO (DOVE IL VACCINO E’ GIA’ ARRIVATO)

    CI SARA’ UN PERCHE’!!!!

  34. Alessio

    Salve a tutti, sono uno studente neolaureato in Medicina, quindi mi sento in dovere di essere ben informato..Ho letto l’articolo del Dott.Aprile e mi pare che tutte le analisi vengano condotte con un certo equilibrio.Tra i commenti c’è ovviamente chi si fida dei dati presentati e chi non si fida, ma questa è una vecchia storia, chi non si vuole fidare avrà da ridire anche sul Padre Eterno in persona. Io non ho ricercato dal canto mio i dati numerici sulla composizione del vaccino, ma mi sono servito della fonte che per gli operatori sanitari dovrebbe essere la Bibbia, e cioè l’Organizzazione Mondiale della Sanità. In particolare seguendo questo link http://www.who.int/csr/disease/swineflu/notes/briefing_20091030/en/index.html sul sito dell’OMS si spiega che la sicurezza del vaccino contro l’influenza A è sovrapponibile, secondo i dati attuale, a quello comunemente effettuato contro l’influenza stagionale. Si specifica solo di non sovrapporre vaccini attenuati di entrambi i tipi,e non ci sono rischi per le donne in gravidanza. Per il commentatore che sciorina statistiche di significativa differenza nel decorso dei soggetti vaccinati e non vaccinati, e che quindi raccomanda il vaccino come salvavita, si può solo rispondere che ovviamente una statistica del genere non può esistere,nè come studio longitudinale nè come studio retrospettivo, essendo troppo presto per valutare l’end-point “decesso” nei soggetti appena vaccinati,senza contare l’assoluta anarchia matematica con cui questi presunti risultati sarebbero esposti. Per quanto riguarda gli ulteriori dubbi di chi comunque si sente cavia, essendo il vaccino molto giovane, occorre far presente che non si tratta di un farmaco elaborato ex novo, ma è una variazione sul tema del virus dell’influenza stagionale. Anche il vaccino comune varia tutti gli anni, senza che per questo si avanzino chissà quali dubbi sulla sua pericolosità. E se ancora vorreste pensare che la concezione di questo vaccino sia stata troppo rapida per considerarlo sicuro, sappiate anche che ogni volta che assumete un qualsiasi farmaco siete a rischio di riportare una reazione avversa sconosciuta, che andrebbe segnalata e andrebbe ad aggiungersi al profilo del farmaco, proprio come in una normale sperimentazione (tutto questo si chiama Farmacovigilanza).
    In definitiva, secondo le fonti attuali ufficiali, il vaccino è sicuro, e le indicazioni sono ristrette ai soggetti portatori di patologie croniche anche per questioni di disponibilità e di priorità. Per le mamme che hanno scritto, giustamente preoccupate, non si può dare una risposta univoca. Occorre valutare caso per caso, sicuramente l’allergia all’uovo è da tenere in grave considerazione non solo per questa influenza, ma per le vaccinazioni antivirali in genere. Dai miei studi, recenti, l’allergia all’uovo esclude la possibilità di vaccinazioni antivirali. Non so sinceramente se attualmente si sia arrivati ad un livello di purificazione tale del vaccino da escludere con certezza la presenza di tracce di proteine dell’uovo nel composto. Ancora, in questa pagina sempre dell’OMS sono riportati i FALSI rischi associati a thiomersal, adiuvanti, sindrome di Guillain Barrè http://www.who.int/csr/disease/swineflu/frequently_asked_questions/vaccine_preparedness/safety_approval/en/index.html.
    Vaccinatevi solo se avete patologie croniche e non siete ultra 65enni. Questo è il messaggio che dovrebbe giungervi, secondo me, in linea di massima. La valutazione presso il vostro medico di fiducia resta imprescindibile.

  35. Non sono medico ma sono arrivato ad una conclusione uguale a quella da Lei mostrata. Complimenti per l’ottima analisi e per il Blog.

  36. amarone03

    Confesso: sono un medico.
    Come tale, pur non avendo resosponsabilità dirette nella campagna di vaccinazione per l’influenza A H1N1, mi sento in qualche modo responsabile come appartenente alla categoria della confusione e delle ansie che tracimano da tutti gli interventi , che ho letto.
    In estrema sintesi, la chiave di lettura di quanto sta accadendo, potrebbe essere questa: la comunità mondiale, cioè i governi occientali in primis attraverso il loro massimo organismo scientifico-operativo, l’OMS, sta sperimentando in “corpore vili”, cioè sulla popolazione mondiale, le tecniche di contenimento di una pandemia, come modello-paradigma di una possibile risposta ad un attacco terroristico biologico. Solo questa lettura è in grado di spiegare le indecisioni e le incongruenze dei governi nazionali nell’affrontare la crisi influenza.
    In questa ottica i Medici, in particolare i medici di famiglia, sono stati minimamente coinvolti e per molto tempo anzi sono stati tenuti all’oscuro di ogni decisione.
    Purtroppo, avendo deciso di vaccinare ( e non voglio entrare nel merito), ora i medici si trovano nelle stesse condizioni dei loro pazienti, avendo poche o nulle ragioni scientifiche da proporre a giustificazione di un atto, più imposto che proposto.
    Alla fine il suggerimento comportamentale più corretto sia per il medico che per il paziente candidato a vaccinarsi sembra essere la vecchia massima del “primum non nocere” (“primo non nuocere”), lasciando ad altri di tirare le conclusioni “politiche” sugli effetti di una vaccinazione di massa. Insomma, se state bene, non c’è ragione al mondo di assumere alcun farmaco , di alcun tipo. Solo se già avete dei problemi di salute, valutate attentamente, ma solo sulla vostra pelle con il vostro medico, il possibile beneficio o il rischio( seppur minimo) di una vaccinazione. In fin dei conti il vaccino è ancora una possibilità: anche prendersi l’influenza è una possibilità e per questo non ci viene chiesto il consenso. Non mi pare il caso di aggiungere al terrorismo mediatico sull’influenza A anche quello sulla vaccinazione. Scusate , ma le risposte certe e definitive sono di altri tempi e di altri luoghi.

  37. roberto

    Lo squalene contenuto nei vaccini, non e’ stato ancora testato sull’uomo. Negli USA i vaccini contro l’influenza NON CONTENGONO squalene; i vaccini prodotti per l’Europa, anche per l’Italia dunque, contengono squalene. Perché gli italiani dovrebbero sottoporti a un rischio maggiore degli americani? Se non sono ancora noti gli effetti dello squalene sull’organismo, su quale base l’OMS sostiene che il beneficio della vaccinazione supera i potenziali rischi?
    Lo squalene viene estratto dall’olio di fegato di squalo e da alcuni olii vegetali, ed e’ utilizzato in molti prodotti cosmetici sui quali sono sorti alcune polemiche, data la potenziale tossicità dell squalene oltre che del mercurio che risulta tossico per il feto oltre che la donna in gravidanza e l’organismo adulto in generale.
    Nel bugiardino del vaccino influenzale non e’ indicata la fonte da cui viene estratto lo squalene; secondo un studio, ( http://www.informaworld.com/smpp/content~content=a759244510~db=all~order=page),
    alcuni supplementi a base di fegato di squalo da cui si estrae lo squalene contengono policlorobifenili e polibromurati che aumentano il rischio di cancro nell’uomo; questo argomento dovrebbe sollevare un altra polemica: Se procedendo per ipotesi la quantità di squalene o di thimeriosal (etil-mercurio)contenuti nei vaccini non risulta tossica, quante sostanze assumiamo quotidianamente che risultano cancerogene o neurotossiche, come aspartame, dolcificanti sintentici, mercurio nei fondotinta, fluoro e via dicendo?
    Siamo sicuri che , qualora lo squalene dei vaccini fosse estratto dall’olio di fegato di squalo, sia purificato da queste sostanze cancerogene?

    Per informazioni sul mercurio nei vaccini leggi l’altro post di Roberto.
    2009-11-06 10:34:25

  38. Spartaco

    Il problema infatti mi sembra soprattutto uno : non vi è certezza che sia lo squalene ad aver provocato la Sindrome del Golfo per i soldati americani in Irak ma non viene escluso nemmeno : tanto che come già opportunamente detto lo squalene nel vaccino Usa non c’è.Il problema è che gli effetti dello squalene se vi sono (tipo Golfo) si vedono dopo 20 25 anni soprattutto. E’ vero che lo squalene è contenuto in vaccini per anziani ma un riscontro significativo dell’effetto sul sistema immunitario dei bambini non è mai stato verificato (l’attuale, in questo senso è una gigantesca sperimentazione di massa). Rischio l’influenza ? Sia pure con molti dubbi per me e per la mia bambina (che ho vaccinato contro la stagionale) preferisco correre questo rischio. Se avesse patologie gravi sono certo che le farei il vaccino, ma se posso evitare evito. Non credo ai complotti non credo agli stermini di massa. Credo nella fallibilità dell’uomo e nel difficile esercizio delle responsabilità di uomo e genitore- Certo l’esempio che ci danno al vertice con Fazio con quella faccia da beccamorto e con un Presidente del Consiglio che non vaccina se stesso (non è variamente acciaccato ) nè i suoi familiari non è un bell’esempio.

  39. roberto

    @Spartaco

    La sindrome del golfo con lo squalene non c’entra nulla; e’ stato solo un depistaggio per l’opinione pubblica per allontanarla dalle vere problematiche sugli effetti della guerra del Golfo sui soldati: dato che ammettere i danni per l’uranio impoverito (che e’ il solo ed unico colpevole della sindrome) sarebbe costato al ministero della difesa USA, come anche quello italiano, un risarcimento notevole, e’ stata spostata l’attenzione sugli anticorpi antisqualene, che con la sindrome del Golfo non c’entra nulla. La vicenda ad ogni modo si e’ conclusa attribuendo la sindrome alle armi di distruzione di massa di Saddam, peraltro mai trovate; la questione dunque e’ piu’ politica che medico-scientifica, in questo caso.
    Anche nella pandemia tuttavia la questione e’ politica perche’ la politica di gestione dell’epidemia viene affidata ad organsimo sovranazionale, l’OMS che tutela gli interessi economici e coloniali dell’imperialismo USA, ai danni di politica sanitaria che tutela interessi sociali piu’ che profitti lobbisti.

  40. Spartaco

    @ roberto

    Lo squalene è stato il principale responsabile della Sindrome del Golfo una malattia di cui soffrono i veterani che combatterono la prima Guerra del Golfo nel 1991 in Iraq. E’ caratterizzata da sintomi che comprendono disordini al sistema immunitario, infertilità, disturbi neurologici e malformazioni dei feti, con evoluzioni verso forme tumorali molto gravi. Durante l’operazione “desert storm” che portò alla liberazione del Kuwait occupato dall’Iraq i militari statunitensi vennero vaccinati contro l’antrace. Il vaccino conteneva lo squalene, allora considerato un adiuvante in fase sperimentale. Anche dopo la guerra, le truppe statunitensi che non erano mai state in Iraq, dopo aver ricevuto la vaccinazione svilupparono sintomi simili. Il Pentagono non comunicò al Congresso circa 20.000 casi di ospedalizzazione di soldati che erano stati vaccinati tra il 1998 e il 2000. Nonostante le ripetute assicurazioni sulla sicurezza e la necessità del vaccino per le truppe, un giudice federale stabilì che c’era un buon motivo per credere che lo squalene fosse dannoso e ordinò al Pentagono di interrompere la somministrazione nel ottobre 2004.

    Negli USA il vaccino contro l’influenza A H1n1 in distribuzione non contiene lo squalene perchè la FDA non l’ha consentito. Anche la Svizzera ha bloccato la somministrazione del Pandemrix della Glaxo perchè contiene lo squalene. Pertanto per le donne in stato di gravidanza, i minori di 18 anni e gli adulti sopra i 60 anni niente Pandemrix. Questo è quanto ha stabilito l’autorità elvetica sui farmaci Swissmedic: “I dati attuali in nostro possesso riguardano esclusivamente gli adulti” – ha comunicato la Swissmedic – “non abbiamo alcun dato per le donne incinte e quelli per i bambini sono insufficienti”. Per questo l’autorità elvetica ha deciso di non autorizzare il Pandemrix per le tre categorie indicate.

    da http://italianspot.wordpress.com/2009/11/02/influenza-a-h1n1-vaccino-focetria-pandemrix-celvapan-squalene/

  41. roberto

    Rispondo a molti post di questo sito contemporaneamente:

    Punto 1- Il dato di fatto e’ che l’FDA negli USA non ha consentito l’utilizzo dello squalene nei vaccini, mentre in Italia come in tutta Europa ( solo la Svizzera sembra che ne abbia vietato l’utilizzo) lo squalene viene utilizzato. Perché un italiano dovrebbe sottoporsi ad un rischio maggiore di un americano?
    Punto 2- Il problema non e’ la tossicità dello squalene che viene prodotto naturalmente anche dall’uomo, ma l’utilizzo che si fa dello squalene come coadiuvante. Non ci sono dati che garantiscono l’incolumità dello squalene contenuto nel vaccino ( e ripeto che lo squalene di per se non e’ pericoloso, ma l’utilizzo che se ne fa con il vaccino e’ potenzialmente pericoloso), in particolare nei bambini e negli adulti sani, ossia con un sistema immunitario non compromesso o debole. Mentre nel soggetto anziano o immunocompromesso lo squalene può aiutare a veicolare il frammento di virus nell’organismo e proteggerlo dal virus influenzale, non si sa come un organismo con un sistema immunitario forte, un soggetto sano e non anziano, quindi adulti e bambini, per intenderci, possa reagire allo squalene utilizzato per veicolare il frammento di virus per rendere l’organismo immune al virus dell’influenza.
    Peraltro, benché non sia dimostrato un collegamento fra sindrome del Golfo e squalene sono sintomatici i collegamenti fra utilizzo del vaccino dell’antrace, CONTENENTE SQUALENE, e i disordini al sistema immunitario, fra cui il lupus eritematoso dei soldati impiegati nella guerra del Golfo. Nonostante il ministero della difesa abbia negato che sia stato utilizzato lo squalene per la vaccinazione dei soldati, alcuni studi dimostrano la presenza di anticorpi antisqualene dopo la somministrazione del vaccino, e l’assenza dei questi anticorpi PRIMA della somministrazione del vaccino;
    (http://www.avip2001.net/OfficialDocuments_files/Asa_squalene.pdf) Il sito viene segnalato come malevolo, prosegui lo stesso. Inoltre il ministero della difesa americano aveva negato al congresso, mentendo, l’esistenza di numerosi casi di ospedalizzazione dopo la guerra del Golfo. Benché la sindrome del Golfo abbia una componente multifattoriale di cui l’uranio impoverito e’ il principale responsabile, altri elementi hanno avuto una funzione permissiva alla sintomatologia della sindrome , tra cui anche il vaccino contenente squalene; in particolare le patologie di carattere autoimmunitario sono accreditabili allo squalene contenuto nel vaccino. La spiegazione e’ stata già data ma la ripeto:
    lo squalene , di per se non pericoloso e prodotto anche dall’uomo, viene utilizzato come veicolante del frammento di virus dell’ influenza stagionale ,per sensibilizzare il sistema immunitario e fargli prima e meglio riconoscere il frammento di virus, e immunizzarlo dal virus dell’influenza. In pratica il sistema immunitario può essere paragonato ai soldati che fanno la guardia ( per proteggere l’organismo dai nemici); senza adiuvante come lo squalene, i soldati non si accorgono del nemico ( il frammento di virus) che nell’organismo senza allertare i soldati ( il sistema immunitario) ; in questo modo la protezione al virus influenzale e’ bassa ; se pero’ il nemico fa rumore (grazie allo squalene) , i soldati in postazione percepiscono il pericolo e allertando il sistema immunitario, in modo che i successivi soldati nemici ( virus dell’influenza ) vengano riconosciuti. Se questo meccanismo risulta positivo perché lo squalene aiuta a riconoscere meglio il virus, d’altra parte persone con patologie del sistema immunitario (malattie auto immuni) , una volta riconosciuto lo squalene come nemico perché veicolante il frammento di virus, possono sviluppare un disordine autoimmune perché il loro organismo viene percepito come nemico da se stesso. In realtà e’ proprio lo squalene prodotto naturalmente anche dall’uomo ma presente anche nel vaccino a confondere il sistema immunitario ed ad avviare una risposta abnorme tipica delle malattie autoimmuni. Il fatto che il vaccino sia stato consigliato soprattutto agli anziani, rileva l’abile inganno della politica di vaccinazione ; mentre infatti una persona anziana ha un sistema immunitario piu’ debole, e dunque i rischi di una reazione autoimmune sono minimi, per i bambini e gli adulti il discorso cambia; per questo l’FDA, in assenza di dati che dimostrino che lo squalene contenuto nel vaccino non sia pericoloso per salute, ha vietato l’utilizzo dello squalene nei vaccini negli USA; in Italia come in molti paesi Europei, i vaccini CONTENGONO SQUALENE . Dato questo rischio sulla popolazione, mi chiedo su quale base l’OMS ha stabilito che il beneficio della vaccinazione e’ superiore al suo potenziale rischio.
    Solo un ultimo dato: sono sorte numerose polemiche sul mercurio (Thiomerosal) nei vaccini ; nessuna ricerca ha mai confermato il pericolo dell’ etil-mercurio contenuto nei vaccini; tuttavia il thiomerosal risulta tossico , non quanto il metil mercurio. Il problema non e’ tanto la quantità dell’etil-mercurio contenuto in una singola dose di vaccino che di per se’ non risulta tosssica, visto anche che una dieta a base di tonno o pesce spada supera la quantità di mercurio in una dose di vaccino, quanto il fatto che l’etil-mercurio contenuto nei vaccini viene metabolizzato dall’organismo e riversato nell’ambiente dove e’ soggetto al bio-accumulo, inquinando flora e fauna marittima e terrestre, comprese le falde acquifere che giungono nelle case attraverso l’acqua potabile. Dato che parliamo di una vaccinazione di massa, L’OMS sta esponendo a questi rischi gran parte della popolazione, visto che l’etil-mercurio contenuto nei vaccini verrà riversato nell’ambiente dopo essere stato metabolizzato dall’uomo; non si sa inoltre che utilizzo si farà dei vaccini scaduti o non utilizzati; verrà riversato nei mari per inquinare la flora e fauna prima che il pesce spada o il tonno arrivi nelle nostre case? Oppure riversato nell’ambiente inquinando flora, fauna e sorgenti idriche?
    L’etil-mercurio risulta neuro tossico, nefro tossico e danneggia il sistema endocrino; il problema non e’ tanto per gli adulti o anche i bambini che riescono a sopportare l’etil-mercurio senza troppi danni, quanto per il feto quando la donna in gravidanza assume mercurio. Mentre non e’ dimostrata la tossicità del etil-mercurio per gli adulti, alle dosi incluse nei vaccini, numerosi studi dimostrano che il mercurio risulta tossico per il feto in fase di sviluppo neurologico. Non a caso durante la gravidanza si invita a diminuire l’assunzione di tonno o pesce spada contenenti mercurio a causa del fenomeno del bioaccumulo.
    Ho letto sulle indicazioni del vaccino che le donne in gravidanza possono utilizzare il vaccino; questo mi sembra un omicidio intenzionale. Sulla polemica dei vaccini contenenti mercurio, la questione di fondo e’ la seguente: e’ vero che la dose di etil-mercurio contenuta nei vaccini non risulta tossica per l’organismo (ma pericolosa per il feto ) , ma l’organismo umano e’ sottoposto quotidianamente a sostanze tossiche prodotte dall’industria petrol-chimica e riversate nell’ambiente; se l’FDA afferma che la dose di aspartame giornaliera non risulta tossica ( nonostante la tossicita’ confermata come potenziale oncogeno e neurodegenerativo a dosi elevate) , cosa dire dell’assunzione di aspartame, fluoro, mercurio assunti quotidianamente in una normale alimentazione ? Fluoro che viene spacciato come sostanza per la prevenzione della carie (ma nessuna ricerca lo ha mai dimostrato) ma prodotto di scarto dell’industria bellica nucleare, assunto dai bambini perché al sapore di fragola; numerose ricerche hanno dimostrato che il fluoro e’ in grado di provocare iperattività nei bambini che verranno poi curati con gli psicofarmaci, o il metilfenidato per garantire i profitti dell’industria farmaceutica.
    Mi chiedo infine cosa ci fanno i profitti dell’industria farmaceutica a tutelare gli interessi di una politica sanitaria sociale attraverso una vaccinazione di massa ? Non e’ un paradosso? Se inoltre un integratore alimentare a a base di oligo elementi dal prezzo di 7 euro non sia superiore allo sperpero di denaro pubblico a causa della spesa per l’acquisto dei vaccini. Se infine un placebo non sia superiore al vaccino quanto a risultati, e concludo.

  42. Marco

    Secondo me questo vacino serve per sterminare tanta gente nel mondo, queste multinazionali farmaceutiche trova profitto vendendo veleno state molto attenti di non farvi ingannare!!!! Chi si fa iniettare questa porcheria e pazzo!! Se serve un medicinale per aumentare gli anticorpi basta prendere tutti i giorni a digiuno una spremuta di LIMONE e questo e’ il medicinale unico naturale per le diffese immunitarie perche’ fa aumentare gli anticorpi, SVEGLIATEVI!!! I dottori che parlano di fare il vacino sono pagati da questi delinquenti assasini delle case farmaceutiche multinazionali, vorrei vedere con i miei occhi se questi dirigenti si inniettano questo veleno!! Sono sicuro che non lo fanno e non lo faranno mai!!! SVEGLIATEVI!!!! Il ministro Fazio ha detto
    che l’anno scorso sono morte per l’influenza 8000 persone penso che queste persone non sono morte per l’influenza ma per il vacino stagionale!!! Questo e’ sicuro e sono pronto a scommettere!!

  43. Marco

    Leggo bene?

    “I dottori che parlano di fare il vacino sono pagati da questi delinquenti assasini delle case farmaceutiche multinazionali..”

    spero che prima o poi qualcuno faccia pulizia e sistemi la questione. La gente si è messa in testa che spararne di tutti i colori, compreso dare dei corrotti ad una intera categoria di persone e degli assassini a migliaia di persone che lavorano a stipendio mensile sia possibile in quanto si vige in regime di democrazia?? E mi riferisco a chiunque sostenga che case farmaceutiche e governi siano d’accordo ad avvelenarci per tornaconto.

    Non ho mai visto tanta disinformazione e falsità sul web come in questo periodo e sul discorso vaccini. In genere chi parla nulla sa, nulla sapeva e nulla saprà mai sull’argomento, salvo essersi acculturato con gli ormai tristemente famosi copi-e-incolla selvaggi da ogni parte del web:

    il primo scrive una scempiaggine e per il solo fatto che in mille lo hanno copiaincollato diventa attendibile. Che schifo di informazione!

    Per fortuna poi gli interessati, economicamente o finanziariamente, sarebbero i medici che consigliano il vaccino. A dire il vero, però, dove mi giro noto che moltissimi degli antivaccinisti propongono libri e libricini, prodotti omeopatici, alternative varie oppure semplicemente l’invito a clikkare sui linj pubblicitari. Bella serietà!

    Due cose vorrei aggiungere:

    1) si continua a dire che non è stato sufficiente il tempo per creare un vaccino idoneo al virus ma, a quanto vedo in giro, c’è stato sufficiente tempo per scrivere qualcosa da vendere contro tali vaccini (sempre per il bene della società, per amor del cielo!)

    2) la vaccinazione non è obbligatoria quindi chi non la vuole fare non la faccia. Ma fare disinformazione totale o parziale mette a rischio delle persone che hanno problemi preesistenti e che potrebbero farsi condizionare da chiunque scriva qualsiasi fesseria. Ormai non conta più la professione e l’esperienza: qui dal metalmeccanico al verduriere all’architetto o avvocato fanno la gara a chi la spara più grossa!

    Certo, essendo in Italia, non c’è da meravigliarsi: ormai fa quasi tutto vermante shifo, fiuriamoci l’informazione sul web!

    Saluti

  44. bruna

    Ieri ho fatto il vaccino il mio medico me lo ha consigliato vivamente,lui stesso si è vaccinato mi ha mostrato il foglio che rilasciano quando fai il vaccino,ero incerta sul farlo o meno ma rientrando in una delle patologie a rischio mi sono decisa a farlo.Adesso leggendo tutte questi questi blog a sfavore del vaccino mi sto preoccupando.Ho due figli adolescenti per fortuna senza patologie a rischio e se il vaccino nn sarà obbligatorio di sicuro nn li vaccinerò.
    Un’ultima cosa mentre aspettavo il mio turno per la vaccinazione c’era qualche medico ch si stava vaccinando ed un signore padre di due medici.

  45. cristiana

    Gentile dottore, sono una ragazza di 24 anni alla 30 settimana di gravidanza senza patologie respiratorie o cardiovascolari, ne affetta da diabete o obesità.
    Con questa pandemia dell’influenza suina, e delle gravi conseguenze cui possono essere sottoposte le donne gravide, non so più se vaccinarmi o meno. Perche dicono che le donne al 2 e 3 trimestre di gravidanza sono soggette a complicanze piu gravi nel caso in cui contraessero il virus AH1N1?
    Mi aiuti un po’ a capire!

  46. ale

    mi fa “sorridere” la citazione da wikipedia….

    gente! andate a parlare di persona con un medico piuttosto che leggere i blog e chiedere consigli online!

  47. Felice

    Perchè il vaccino del virus AH1N1 con età superiore a 27 anni non si deve fare? All’inizio dicevono che dovevamo farlo tutti e ora dicono un’altra cosa, io ho 40 anni l’ho fatto cosa potrebbe accadermi? Quali effetti colaterali potrei avere? E da dicinnove giorni che l’ ho fatto e ho solo avertito un pò di fastidio al braccio quando mi ci poggiavo la notte dove ho fatto la puntura e ora mi sembra di non avere altri sintomi particolari.

  48. Nice post, thanks for writing!

  49. A very good post to read!

Lascia una risposta

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén