Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Tag: umore

Umore: tutti i trucchi per migliorarlo.


Secondo la scienza, l’umore è lo specchio del nostro corpo: se siamo pieni d’energia, le emozioni positive sono più forti.

Cambiare umore? Non è difficile, secondo Robert E. Thayer, docente di psicologia alla California State University a Long Beach. Secondo lui, le fluttuazioni dell’umore, ma anche dell’autostima, sono strettamente influenzate da fattori biologici interni e seguono le fluttuazioni ritmiche della temperatura del corpo e del ciclo sonno-veglia. Il buonumore, quindi, non sarebbe altro che lo specchio della condizione fisica. «Quando le risorse personali sono elevate, ci si sente di buon umore» riassume Thayer. «I test hanno dimostrato che quando si è pieni d’energia le emozioni positive su se stessi sono molto più forti».
Thayer riassume l’umore in 4 livelli di energia. 1. “Stanchezza tesa”, l’umore peggiore: si è stanchi e anche stressati. 2. “Stanchezza calma”, cioè stanchezza senza stress: può essere piacevole soprattutto al momento giusto, prima di andare a dormire. 3. “Energia tesa”, ci si trasforma in una macchina da lavoro ad alto stress: non si funziona al meglio. 4. “Energia calma”, è energia senza tensione, e dà una condizione di piacevole produttività, mentre l’attenzione è del tutto focalizzata.

Il decalogo del buonumore
Il rimedio cui tutti ricorrono quando sentono la crisi di “stanchezza tesa”, fatta di malumore e stress, è il cibo, prevalentemente patatine fritte, dolci e cioccolato. Rimedio sbagliato: secondo Thayer servirebbe invece l’esercizio fisico. Thayer e altri ricercatori hanno individuato un decalogo di interventi d’emergenza per rimediare al cattivo umore, ma anche per prevenirlo. Eccoli.
1. Il movimento. Un esercizio moderato, anche solo una passeggiata di 10 minuti a passo veloce, aumenta immediatamente il livello di energia e migliora il tono dell’umore meglio di una barretta di cioccolato. La ricerca di Thayer ha infatti dimostrato che chi mangia il cioccolato, a distanza di un’ora si sente ancora più teso, mentre 10 minuti di marcia a passo veloce aumentano l’energia per 1-2 ore. In caso di bisogno, una passeggiata (possibilmente in mezzo al verde) basta a ridare serenità
2. Agenda e orologio. È utile fare caso agli alti e bassi della propria energia, che segue un andamento preciso. Immediatamente dopo la sveglia l’energia è bassa, anche se il sonno è stato ristoratore. Ha poi un picco nella tarda mattinata, dalle 11 alle 13. Riscende nel tardo pomeriggio fra le 15 e le 17, per rialzarsi prima della serata, dalle 18 alle 19, e crollare al suo punto più basso alle 22. Meglio piazzare gli impegni più difficili quando l’energia è elevata, e in corrispondenza dei cali d’energia l’ideale è fare una passeggiata.
3. Imparare a osservarsi. Come si comporta l’umore? Mangiare ci fa sentire subito meglio? E dopo due ore? Fare moto dà benefici immediati? E a distanza di tempo? Che effetto ha la caffeina (caffè, bibite a base di cola, tè) al mattino, al pomeriggio e alla sera? Ognuno ha le sue risposte, ed è importante verificarle per controllare l’umore.
4. Ascoltare musica è secondo solo all’esercizio fisico nella capacità di elevare l’energia e ridurre la tensione. La musica, secondo Thayer, è sottoutilizzata, ma è un sistema efficacissimo per alzare il tono dell’umore. «Scegli un’opera jazz, un’aria gioiosa, o una musica rock. Funziona qualsiasi musica allegra ti piaccia» dice Thayer. La musica aumenta nel cervello la produzione di noradrenalina, un ormone importante per il buonumore. La musica allegra fa mettere gli occhiali rosa, quella triste grigi: cambia la percezione del mondo. All’Università di Groeningen, in Olanda, i ricercatori hanno fatto sentire agli studenti musica allegra (il balletto Coppelia di Léo Delibes) e musica triste (Il cigno di Tuonela di Jan Sibelius); poi hanno mostrato loro le foto di alcuni visi con varie espressioni, alcune chiaramente felici, altre tristi, altre neutre. Dopo la musica triste i visi neutri sembravano tristi, anzi, depressi. La stessa espressione pareva felice dopo l’ascolto di musica allegra.
5. Schiacciare un pisolino. Molti non sanno pisolare nel modo giusto, cioè 10-30 minuti, non di più, altrimenti il pisolino peggiora la situazione: lascia intorpiditi e potrebbe addirittura ostacolare il sonno notturno.
6. Stare in buona compagnia. Gli studi dimostrano che chiamare un amico e fare quattro chiacchiere può essere estremamente efficace per l’umore.
7. Meditare. Richard Davidson, dell’EM Keck laboratory for functional brain imaging and behavior dell’University of Wisconsin, studiando 200 persone con la risonanza magnetica cerebrale, ha dimostrato che la meditazione attiva una zona del cervello sinistro (corteccia prefrontale) che dà sensazioni di felicità, entusiasmo, gioia, energia. In parallelo si riduce l’autocoscienza, con tutte le preoccupazioni. Non importa il tipo di meditazione: danno gli stessi risultati la preghiera religiosa, la meditazione buddista e lo yoga. Il malumore e le sensazioni di tristezza, ansia e pena attivano invece la zona controlaterale del cervello, la prefrontale destra.
8. Sorridere con gli occhi, consiglia invece Paul Ekman, docente di psicologia alla University of California. Le espressioni del viso influenzano l’umore. Se esiste una strada nervosa che collega l’umore con la sua espressione nella mimica facciale, perché dovrebbe essere a senso unico? «Nel corso della nostra ricerca abbiamo scoperto qualcosa di sorprendente» dice Paul Ekman. «Se si assume intenzionalmente un’espressione, si provoca un effetto anche nel cervello. Se si sorride nel modo giusto, si attiva la biochimica dell’allegria. La faccia non è solo un mezzo per manifestare l’emozione: serve anche ad attivarla. Le espressioni volontarie hanno un effetto sul sistema involontario. In altre parole, il semplice fatto di modificare il viso sorridendo attiva nel cervello l’area del buonumore, proprio come un’espressione corrucciata genera tristezza». Ma per cambiare umore bisogna che il sorriso abbia alcune caratteristiche. Gli angoli della bocca si piegano verso l’alto, la pelle a lato degli occhi si arriccia con il caratteristico aspetto a zampa di gallina. Questo è il “sorriso di Duchenne”, da Guillaume Duchenne, il neurologo francese che per primo lo descrisse.
9. Dimenticare i farmaci, se non sono prescritti dal medico per curare gravi alterazioni del tono dell’umore. Anche le droghe (alcol, nicotina, cocaina e amfetamine) migliorano l’umore, ma hanno un effetto boomerang: alla lunga lo peggiorano.
10. Fare buone azioni. Quando sono spontanee e fanno appello alle potenzialità personali, trasformano l’umore di un’intera giornata. L’esercizio della bontà, dell’umanità, della cordialità porta all’oblio di sé, ed è una gratificazione diversa dal piacere. La vita piacevole può stare in un bicchiere di champagne o nella guida di una Porsche. Il benessere no.

firma.png

Endorfine: la droga del corpo.

agopuntura

In questo momento stai mangiando del cioccolato? Hai appena finito appena l’ allenamento mattutino o la camminata serale? Se la risposta è si, il vostro corpo in questo momento sta producendo i propri oppiodi o molecole simili alla morfina. Questi oppioidi sono denominati endorfine e sono responsabili dell’ attivazione di moltissimi processi corporei che, a loro volta, alleviano il dolore e milgiorano l’umore.
Che cosa sono endorfine e come funzionano? Ecco qua le risposte.

I quattro tipi principali di endorfine

La parola “endorfina” significa “la morfina nel corpo” (endo =“all’interno del corpo” orfina = ” morfina”). Le endorfine sono proteine prodotte dalla ghiandola pituitaria e dall’ipotalamo. Le endorfine si legano ai recettori oppioidi delle cellule cerebrali, specialmente nel talamo e nel sistema limbico, inibendo la trasmissione nocicettiva periferica (il dolore) al sistema nervoso centrale e influenzando l’emotività e il comportamento. Le endorfine sono stati scoperte all’interno del corpo e sono state chiamate così nel 1975.
Ce ne sono circa venti tipi e sono divise in quattro gruppi:

  1. alfa-endorfine
  2. beta-endorfine
  3. gamma-endorfine
  4. sigma-endorfine

Come produrre un po’ di endorfine

Questi prodotti chimici nel nostro corpo fanno cose stupefacenti per aiutarci ad affrontare la vita di tutti i giorni. Le endorfine moderano l’appetito, liberano gli ormoni sessuali, fanno diminuire lo stress, danno euforia o felicità e fanno diminuire i livelli di dolore.
Ecco alcune attività che aumentano il rilascio di endorfine all’interno del corpo:

  • agopuntura
  • massaggio
  • meditazione
  • sesso
  • dolore
  • esercizio fisico
  • stress

Read More

5 cose che tuo padre non ti ha mai detto sul sesso

sex

Qualunque sia la vostra storia, molto probabilmente prima o poi avrete avuto avuto una chiacchierata con i vostri genitori sull’ argomento sesso.
Parlare di sesso può essere fastidioso, specialmente per un padre con un figlio teenager. Di solito il padre (o la madre) informano i figli su solo 2-3 punti:
– Usare il preservativo.
– Trattare le ragazze con rispetto.
– “Risparmiarsi” per la ragazza o il ragazzo giusto

Naturalmente, nessuno di questi temi li prepara alla “dura” realtà di un vero incontro sessuale; credo che possano mancare alcune informazioni importanti per chiarire meglio le idee ai ragazzi e questo post è scritto con l’intenzione di colmare questa lacuna.

Feticismo

Sarebbe stato veramente “utile” che qualcuno dei miei genitori mi avesse detto cosa fosse il feticismo prima che iniziassi la mia vita sessuale. La prima volta che una donna mi chiese se fossi anche io Formicofilo ho pensato che mi stesse offendendo gratuitamente…poi ho scoperto che avere insetti (formiche, vermi, scarafaggi) che le camminavano su tutto il corpo la eccitava sessualmente, e che voleva condividere questa esperienza con me! In buona sostanza, quindi, il feticista è colui che prova attrazione sessuale per qualcosa che fuoriesce dai canoni della sessualità tradizionale. Il feticismo si differenzia dalla semplice preferenza dettata dai gusti personali, che tutti hanno, dal fatto che la presenza del feticcio diviene una condizione indispensabile per raggiungere l’orgasmo. Una cosa è un piccolo gioco erotico (un piccolo morso ad esempio) e una cosa sono gli insetti sul corpo quindi è meglio sapere qualcosa sul feticismo prima di trovarsi in situazioni strane.

Read More

Inutile piangere sul seme versato!

seme La scoperta è che le donne che quando fanno sesso non usano il profilattico sono meno depresse e tentano tendenzialmente meno il suicidio rispetto alle donne che lo usano e che sono sessualmente attive. Un ricercatore ha concluso il suo studio affermando che il liquido seminale contiene elementi chimici che donano alla donna una buona dose di energia e di buon umore.

Autore dello studio è Gordon G. Gallup, Professore di psicologia all’ Università di New York, il quale ha riscontrato che le donne che abitualmente non usano il preservativo hanno tendenza a diventare depresse con il passare del tempo dall’ultimo rapporto sessuale, questa correlazione non si verifica con donne il cui partner usa il preservativo.
Dall’indagine condotta dal professor Gallup si ricava che su 293 donne analizzate in un college americano, quelle che non usano il preservativo sono molto più predisposte ad iniziare nuove relazioni e ad avere rapporti sessuali non appena una relazione finisce. “Queste donne risentono del cosiddetto “effetto elastico“, da cui si deduce l’esistenza di una dipendenza chimica” dice Gallup.

Read More

Sesso: 12 motivi per farlo questa sera!

sesso Potete crederci o meno ma il sesso può fare molto meglio alla vostra salute che qualsiasi attrezzo ginnico….da anni tutte le ricerche confermano gli enormi benefici psichici e fisici apportati da una buona sessualità all’interno di un rapporto sano, stabile e monogamo; il sesso, in questo contesto, ci offre tonnellate di benefici, la maggior parte delle quali non sono però conosciute ai molti.
Ecco alcuni benefici:
Controllo del peso. Potete dimenticarvi della dieta o di ore sul tapis roulant poiché potete bruciare circa 200 Calorie in 30 minuti di sesso! Fare l’amore migliora la resistenza, la flessibilità e il tono muscolare, e il sistema cardiovascolare. E poi è molto più sexy addormentarsi con il proprio “personal trainer.”
Gestione del dolore. Assumente un antidolorifico in meno optando per qualcosa molto più “naturale”. Varie ricerche hanno dimostrato che il sesso, grazie alle endorfine ed ai corticosteroidi liberati durante l’eccitazione e l’orgasmo, aiuta a curare l’emicrania e i dolori cronici alla schiena.
Diminuzione dello stress. Il sesso, anche solitario, migliora la nostra reazione allo stress aumentando i livelli dell’ossitocina.
Rinforza il sistema immunitario. Il sesso aiuta ad evitare il raffreddore e l’influenza e comunque, la gente sessualmente attiva guarisce in meno giorni.
Migliora la salute del cuore. Il sesso può aiutare ad abbassare il colesterolo ed il rischio di infarto!
Migliora il sonno. Non serve più contare le pecore quando il sesso, compresa la masturbazione, combatte l’insonnia.

Read More

Cambia il tuo umore mangiando.

umore L’equilibrio del vostro cervello dipende da molte sostanze nutrienti. Patatine e birra non fanno certo parte di questa lista; vi propongo quindi sei spuntini in grado di cambiarvi l’umore.

Il Vostro Umore: Ansioso.
Quando: Dovete rimanere lucidi durante un colloquio di lavoro.
Il Vostro cibo: Petto di pollo grigliato.
Perchè: Mangiare circa 100 gr di proteine aiuta il vostro cervello a produrre la dopamina ed la norepinefrina, neurotrasmettitori che servono a mantenere alta l’attenzione.

Il Vostro Umore: Stressato.
Quando: Avete una scadenza ma non volete esserne sopraffatti.
Il Vostro cibo: Mangiate una manciata di semi di sesamo mentre state lavorando.
Perchè: Gli ormoni rilasciati sotto stress possono esaurire le riserve di Magnesio e ciò riduce le vostre performance e aumenta il rischio di uno sbalzo ipertensivo.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén