Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Tag: estetica (Page 2 of 2)

La salute naturale del viso

maschera naturale

Il viso è il nostro biglietto da vista e spesso la pelle rovinata, i brufoli punti neri e occhiaie rendono questo biglietto poco piacevole. Questi sono dieci rimedi naturali che si possono mettere in pratica usando molte cose già presenti in casa e comunque senza sprecare soldi arricchendo inutilmente le ditte (non smpre etiche…) di cosmetici.

1) In assoluto il miglior tonico per gli occhi è realizzato con l’ eufrasia. Prepara un tè con quest’erba e immergi dei batuffoli di cotone idrofilo oppure puoi usare una garzina morbida e applicali sugli occhi quando li senti stanchi.

2) Per occhi gonfi e stanchi e per le occhiaie consigliamo di tagliare due grosse fette da una patata cruda e di applicarle sugli occhi per 15 minuti, dopo risciacquate con acqua fredda.

3) Per ridurre gonfiore e borse sotto gli occhi, prepara un tè alla rosa canina, dopo immergi 2 batuffoli di cotone idrofilo oppure puoi usare direttamente le 2 bustine di tè, tienile sugli occhi per 15 minuti poi risciacqua.

4) Per brufoli e punti neri provate questa maschera: mischiate il succo di 3 pomodori con un vasetto di yogurt naturale; aggiungete della farina d’avena fatta cuocere in poca acuq per 20 minuti. Mescolate e applicate uno spesso strato sul viso, coprendo gli occhi con dei batuffoli di cotone elasciate agire il tutto per 30 minuti.

5) Per lenire le occhiaie taglia un fico a metà, disponi le due netà sugli occhi, lasciale in posa per 15 minuti poi risciacqua.

6) Per calmare occhi stanchi e irritati taglia due fette spesse di un cetriolo e applicale fredde sugli occhi.

Read More

Belle senza test

pigCirca 45.000 ammali ogni anno muoiono sfigurati da rossetti, intossicati da profumi, bruciati da creme e saponi. Eppure sono più di 10 mila gli ingredienti cosmetici già disponibili per le aziende e molti i metodi al­ternativi di ricerca. Diversi sondaggi m tutta Europa han­no dimostrato che la maggioranza delle persone non cre­de che sviluppare nuovi cosmetici sia una valida giustifica­zione per uccidere animali, ma nonostante ciò si continua­no a commercializzare cosmetici sperimentati su animali. Grazie ad una grande campagna internazionale coordinata dalla Coalizione europea contro la vivisezione, le associa­zioni animaliste hanno ottenuto una direttiva europea che prevedeva il divieto di vendita di cosmetici sperimentati su animali a partire dal 1998. Termine che la lobby del­l’industria farmaceutica è riuscita a far posticipare prima al 2000 e poi al 2002.
La direttiva 2003/15/CE ha sancito un ennesimo allun­gamento dei tempi per il bando totale ai test cosmetici su animali praticati all’interno delll’Ue e il divieto di com­mercio di cosmetici sperimentati su animali è slittato così al 2013.
Fino a quella data, l’unica scelta per i consumatori che non intendono con i loro acquisti sostenere le aziende che av­vallano i test sugli ammali è acquistare prodotti delle azien­de che aderiscono allo «Standard internazionale non testato su ammali», promosso dalla Lega Anti Vivisezione (Lav) e riconosciuto a livello internazionale. La conformità delle aziende ai principi dello Standard non testato su animali è controllato da Icea, l’Istituto per la cer­tificazione etica e ambientale. Le aziende che chiedono il ri­conoscimento devono compilare un questionano dettagliato sulla propria politica aziendale in merito ai test su animali e fornire informazioni di tipo commerciale (tipologia di pròdotti commercializzati, mercato, origine degli ingredienti). L’azienda inoltre deve presentare una dichiarazione scrit­ta di tutti i propri fornitori che attesti il loro impegno a non eseguire test su animali almeno a partire dalla data di sot­toscrizione dello Standard. La Lav riceve la documentazione e si occupa di controllare che siano state inserite tutte le in­formazioni richieste e che queste siano coerenti. Se la do­cumentazione risulta completa e corretta, l’azienda può ri­chiedere la visita ispettiva di Icea, che, attraverso il suo per­sonale tecnico, organizza un controllo sul campo. Solo in seguito all’esito positivo della visita ispettiva, Lav autoriz­za l’azienda all’utilizzo della dicitura dello standard.

Read More

Tartufoterapia una manna per il viso.

tartufoBrutto da vedere, superlativo da mangiare e, da que­sto autunno, eccellente anche da spalmare, massaggiare, far pene­trare nella pelle.
Debutta la tartufoterapia sco­perta tutta italiana, studiata, prova­ta, registrata da un gruppo geno­vese leader nel campo dei cosme­tici gourmet (Ishì-Gruppo Dafla), che dopo aver lanciato e diffuso prodotti innovativi nella cioccoterapia e vinoterapia per la prima volta nella storia antica e illustre del tartufo (e dell’estetica) introdu­ce il pregiato tuber magnatum pico come nuovo, efficace, rivoluzio­nario ingrediente cosmetico. L’al­tra metà del tubero, non da grat­tugiare soavemente su risotti e tagliolini, ma da applicare efficace­mente su rughe e macchie della pelle grazie afle sue straordinarie proprietà schiarenti e distensive. A scoprirlo la Ishi dopo otto anni di studi esclusivi coordinati da Da­vide Antichi, padre della cioccoterapia e innovatore nelle linee tera-peutiche al vino: «È stato un lavo­ro lungo e di equip supportato dal­le università di Genova, Ferrara, Catania e Pavia, ma nel tempo ab­biamo davvero raccolto i frutti mi­gliori. Proprio come nelle annate storiche», spiega Antichi.

Storica è infatti questa scoperta (con tanto di brevetto depositato) che rileva quanto il tartufo bianco, nero o estivo abbia eccellenti pro­prietà schiarenti (soprattutto nel bianco) capaci di rallentare il pro­cesso di colorazione della pelle. «Il tartufo possiede due potenti inibi-tori della tirosinasi, enzima che re­gola la produzione di melanina, il pigmento responsabile dell’ab­bronzatura» spiega il dottor Anti­chi, «Quindi anche delle macchie cutanee che altro non sono che ac­cumuli di melanina. Nella nostra formulazione inoltre è stato ag­giunto un altro ingrediente, mai usato prima nei cosmetici, un pre­zioso estratto di funghi ovuli e di funghi porcini, eccezionali nell’a­zione depigmentante». Un reale ed evidente beneficio per macchie senili, quelle fotoindotte e anche quelle ormonali finora affrontate con prodotti tossici (tipo l’idrochinone) con conseguenze estetiche non sempre soddisfacenti. Ma non solo, il tartufo pare abbia an­che un forte effetto lifting che non ha nulla da invidiare a botulino e acido ialuronico attribuito a diver­si aminoacidi stimolanti, distensi­vi, nutrienti.

Read More

Acne: cose è e come curarla naturalmente

acneL’acne nella maggior parte dei casi è un problema dell’adolescenza e finisce intorno ai 23 anni,è un fenomeno che può interessare solo il viso oppure in casi più seri si manifesta anche sul decolleté e il dorso. L’acne tipica dell’età puberale è causata dall’eccessiva espulsione di sebo da parte dell’apparato endocrino, in particolare degli androgeni. Si può inoltre verificare l’insorgenza di fenomeni a carattere infiammatorio, come papule e pustole. Curare questi processi patologici e inestetici è possibile sia dal punto di vista cosmetico sia dal punto di vista farmacologico, a seconda della gravità dei casi. Spesso per normalizzare l’eccessiva secrezione sebacea ed eliminare le infiammazioni si deve ricorrere a terapie farmacologiche.

Read More

Maschere per la pulizia del viso fatte in casa.

maschera visoLe ricette fatte in casa sono a base solo di ingredienti naturali e migliorano i difetti della pelle come ad esempio l’ acne, inoltre forniscono una idratazione naturale. Preparare una maschera fatta in casa è semplicissimo ed economico, trovate tutti gli ingredienti nelle vostra cucina, si fa rapidamente, non è costosa e irisultati sono garantiti.
Qui vi proponiamo alcune soluzioni per tutti i tipi di pelle :

Maschera allo yogurt con spremuta d’ arancia
Prendete un vasetto di yogurt ,spremete ¼ di un ‘arancia,mesolateli, distribuitela in maniera uniforme sul viso, proverete una piacevole sensazione di freschezza e sentirete la pelle più distesa. Dopo cinque minuti risciacquate abbondantemente. Se in questo momento vi sentite pigri e stanchi, e volete donare un po’ d’energia alla vosta pelle ..questa è il rimedio giusto per voi.

Maschera appetitosa al miele
Prendete una mela, due cucchiai di miele, un cucchiaio di farina d’avena, amalgamateli fino a crearne un composto. Applicatelo sulla pelle pulita, tenetelo per 15 minuti, poi risciacquare con acqua calda.

Read More

Page 2 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén