bagno

Se, in qualunque momento della vostra vita, vi siete trovati con del cibo in mano vicino all’acqua (mare o piscina) allora avrete sicuramente sentito questo mito: ”Non potrai farti il bagno prima di mezz’ora!” (varia fino a tre ore a seconda del mito tramandato)

Nel caso avreste voluto infrangere la regola, le implicazioni sarebbero state: crampi, impossibilità a nuotare, annegamento e morte. Questa regola si applica chiaramente anche per l’acqua poco profonda. In accordo con le statistiche il contatto acqua-pelle ha delle proprietà magiche che inducono il cibo presente nel vostro stomaco a esplodere a meno che non abbiate superato un qualche tratto dell’apparato digerente.

Cosa c’è di vero e cosa è completamente sbagliato.

Inanzitutto non siete dei Gremlin. Come avrete già potuto indovinare, l’acqua, infatti, non ha proprietà mortali se viene a contatto con la pelle subito dopo mangiato; entrare nell’acqua dopo mangiato non è più pericoloso di farsi una camminata.
Infatti, il movimento del vostro corpo nell’acqua, specialmente se siete un ragazzino con i braccioli, è più limitato di quello di una classica camminata.
E’ sotto inteso che se siete un nuotatore professionista e volete allenarvi seriamente di sicuro non vi verrebbe voglia di farlo dopo aver mangiato la pasta al forno… e questo vale per tutti gli sport e gli allenamenti pesanti perchè in quel caso i muscoli sottrarrebbero il sangue allo stomaco impedendo un’ottimale digestione.

Read More