Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Le cose che avrei voluto che mi avrebbero imparato a squola (a parte la grammatica…)



dormire scuola

Qualche volta ho desiderato che alcune delle cose che ho imparato negli ultimi anni, le avessi potute conoscere prima. Avrei desiderato che ci fosse una possibilità di crescita a scuola, e probabilmente in qualche modo c’è stata. Perchè probabilmente qualche professore avrà parlato in classe di alcune delle cose di cui parla questo post, ma io l’ho dimenticato, o non vi ho mai prestato attenzione.Perciò ecco le cose che avrei voltuto imparare a scuola ( o semplicemente avrei voluto conoscere prima).

La regola dell’80/20
E’ uno dei modi migliori per imparare ad usare meglio il proprio tempo. La regola dell’ 80/20, altrimenti conosciuto anche come principio di Pareto, asserisce che l’80 % dei risultati che ottieni proviene dal 20 % delle tue attività. Perciò molto di quello che stai facendo, non è probabilmente così utile o necessario come pensi. Puoi abbandonare, o largamente ridimensionare il tempo che ci dedichi, moltissime cose.E se lo farai avrai più tempo ed energia da dedicare a ciò che veramente ti porta benessere, felicità, appagamento e così via.

Prima dai, e poi ricevi. Non esiste un altro modo.
E’ qualcosa che va contro al nostro istinto. Spesso si ha l’idea che qualcuno dovrebbe darci qualcosa o fare qualcosa per noi prima di contraccambiare. Il problema è proprio che la maggior parte delle persone la pensa così. E perciò alla fine nessuno da niente a nessuno.
Se vuoi aumentare il valore di quello che ricevi (che sia denaro amore, gentilezza, opportunità etc) devi aumentare il valore di quello che dai tu. Perchè la maggior parte delle volte tu prendi molto se dai abbastanza. Forse sarebbe bello ricevere senza dare nulla, ma raramente accade.

Sii propositivo e non passivo.
Questo punto si lega con l’ultimo. Se una persona è passiva allora realizzerà molto poco. Puoi sederti ed aspettare e sperare che qualcuno faccia qulacosa. Succede abbastanza spesso, ma potrebbe volerci tanto tempo prima che accada. Un modo più utile e vantaggioso di agire è quello di essere propositivo, per essere semplicemente il primo che fa quacosa di concreto e che muove la palla. Questo non ti eviterà tante attese, ma sarà anche più piacevole dal momento che sentirai di avere potere sulla tua vita, invece di sentirti come se fossi manovrato da forze misteriose e inperscrutabili.

Non ti svalutare.
Perchè le persone si arrendono dopo aver commesso un errore o subito un fallimento? Bene io credo che la ragione sia che si criticano troppo duramente. Ma è una consuetudine inutile e dannosa. Genera solo altro dolore assolutamente non necessario e ti fa sprecare tempo prezioso. E’ meglio provare a cercare un altro modo di reagire.

Non ti paragonare agli altri.
E’ istintivo fare delle valutazioni e dei paragoni. Serve per trovare la ragione di essere contenti di qualcosa ( Ho una nuova bici!). Ma in questo modo diventa molto difficile non paragonare te stesso a che ha più di te ( Oh no Daniele ha comprato una bici più bella della mia!). E così non ti senti più tanto felice come prima. Se paragoni te stesso agli altri tu permetti che tutto quello che sta intorno a te determini il tuo umore. Questo ti farà approdare alle “montagne russe” delle emozioni.
E’ più utile paragonare te stesso a te stesso. Concentrati su quanto sei andato lontano, su quello che hai compiuto, su quanto sei cresciuto. Potrebbe non sembrare così esaltante, ma a lungo termine questo modo di agire ti darà una maggiore serenità, la sensazione di avere potere sulla tua vita, e sentimenti positivi.

L’80/90% di ciò che hai paura che accada non si tramuterà mai in realtà.
Questa è veramente grossa. La maggior parte delle cose di cui abbiamo paura non succede mai. Sono solo mostri nella nostra mente. E anche se accadono la maggior parte delle volte non è così doloroso o brutto come ci aspettavamo.
Preoccuparsi è spesso solo una perdita di tempo.
Ovviamente è facile dirlo. Ma se tu cerchi di ricordare a te stesso di quante poche siano realmente le cose di cui avevi paura che si sono realizzate nella tua vita, potrai cominciare a far si che la preoccupazione non sia più un pensiero fisso.

Non prendere le cose troppo seriamente.
E’ molto facile rimanere troppo coinvolti. Ma la maggior parte delle cose per cui ci preoccupiamo non diventano realtà. E quello che potrebbe sembrare un grosso problema ora probabilmente non lo ricorderemo tra solo tre anni.
Prendere se stessi ,le proprie emozioni e i propri pensieri troppo seriamente, spesso conduce a soffrire inutilmente di più. Perciò rilassati un pochino e scarica un pò la tensione, sorridi! Può essere una buona medicina per il tuo umore e per la tua vita.

Ci sono risvolti positivi in ogni esperienza.
Ci sono sempre insegnamenti che puoi trarre da ogni esperienza, e cose che ti possono aiutare a crescere. Le esperienze negative, gli errori e i fallimenti possono essere meglio di un successo se ti insegnano qualcosa di totalmente nuovo, qualcosa che nessun successo ti ha insegnato.
Anche se hai avuto “un’esperienza negativa” chiedi a te stesso: come posso trarne un’opportunità? Dov’è il risvolto positivo di questa situazione? Un’esperienza negativa può , con il tempo, aiutarti a realizzare molte esperienze positive.

E invece tu cosa avresti voluto che ti avessero insegnato a scuola, o avresti voluto imparare prima nella vita?

Previous

Isolati i neuroni del corteggiamento nel moscerino da frutta…

Next

Un attimo di relax #18

3 Comments

  1. Nocco

    E’ da un po che seguo questo blog e questo è uno dei post più belli, forse il più interessante in assoluto. Bravo!

  2. Complimenti per il bellissimo post!

    Alessandro

  3. Ho aperto da poco un blog sulla scuola e inserirò questo post con il riferimento, ovvio, se non ti dispiace.

    Se nel mondo della scuola avessero questi come obiettivi principali, invece che “innalzare se stessi” portando avanti un programma ministeriale solo sugli apprendimenti/materie scolastiche, non ci saremmo ritrovati una Italia così!

Lascia una risposta

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén