Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

La pulizia del fegato.

detox

Il fegato è la ghiandola più grande del corpo umano ed è responsabile della produzione della bile, contribuisce al metabolismo e esegue altre funzioni che ci mantengono in buona salute. Le altre funzioni del fegato includono l’immagazzinamento del glicogeno, la distruzione dei globuli rossi, e la sintesi di alcune proteine.

La pulizia del fegato è fondamentale, infatti è necessario disintossicare il più importante organo di pulizia del corpo affinché funzioni nel miglior modo possibile. Mangiare cibo sano, bere molto e nutrirsi con alimenti ricchi di acqua sono alcuni dei migliori modi per mantenere il fegato in buona salute. Sfortunatamente molte persone non lo fanno e così la purificazione del fegato diventa un modo per eliminare la maggior quantità di tossine possibile dall’organismo.
Sebbene esistano molti programmi, supplementi e articoli che vi possono aiutare nel vostro processo di disintossicazione, potreste attuarlo anche da soli in modo naturale,l’autore Arvind Arvalia ha descritto come ha seguito un piano di disintossicazione basandosi sul libro “Sunfood Diet Success System”di David Wolfe.

Perciò ho estratto i punti salienti e li ho riassunti in cinque passi principali:

1. Bere succo fresco di mela 3 o 4 volte al giorno, usando mele acidule.
2. Succhiare bastoncini di Cassia nelle sere del terzo e quarto giorno.
C’è una grande confusione tra cannella e cassia, tanto che persino nelle confezioni in cui vengono vendute a volte viene confuso il loro nome. La cannella viene venduta macinata, o in bastoncini simili a sigari. Invece i bastoncini di Cassia sembrano proprio dei piccoli ramoscelli d’albero.
3. Nel pomeriggio del quarto giorno , al massimo dopo due ore dall’aver bevuto l’ultimo succo di mela, bere 250 ml di olio d’oliva , biologico, spremuto a freddo e a pietra, e poi bere 250 ml di succo fresco di limoni biologici. Sembra un intruglio disgustoso ma è la chiave per la disintossicazione. Se vi può aiutare sorseggiatelo lentamente.
4. Dopo aver bevuto l’olio e il succo di limone, riposatevi per il resto del giorno. Sdraiatevi sul lato destro con una borsa di acqua calda sulla pancia proprio nel punto della gabbia toracica dove si trova il fegato.
5. Il quinto giorno ricominciate ad alimentarvi normalmente ma in maniera graduale e leggera, continuate a riposarvi il più possibile.

Questo non è l’unico modo di purificare il fegato ma è quello che preferisco e ho fatto “mio”.
Se sei interessato a iniziare una disintossicazione del fegato, il miglior modo è scegliere un tipo di pulizia che ti si adatti bene. Leggi qualche libro e trova quella che ti piace di più. Se hai già provato un processo di purificazione del fegato, mi piacerebbe conoscere le tue impressioni tramite i tuoi commenti.

Libro consigliato:

Diete idriche, succhi di frutta e di verdura, digiuni mitigati

firma.png

Disclaimer medico Le informazioni fornite su psichesoma.com sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, etc.).

Precedente

5 cose che ti fanno mangiare più di quello che vorresti.

Successivo

E se fosse questa la ragione per cui sei stanco?

30 Comments

  1. buongiorno vorrei sapere se l’acqua è fondamentale per il fegato, e la quantità giusta,per quest’ultima dieta disintossicante credo sia difficile farla, richiede forza di volontà e stomaco………….
    Grazie infinite, cmq a prescindere tutto siete molto esaudienti.

    giusy

  2. Ciao Daniele,

    Il fegato è un organo molto importante e troppo spesso viene trascurato mangiando cibi fritti, non freschi e bevendo sostante molto dannose (alcool, caffé etc ). Anche l’eccessivo uso di carne, salumi, formaggi stagionato nella nostra dieta appesantisce il nostro fegato…

    Questo è quello che faccio al momento:
    – bere tisane depurative a base di malva, tarassaco, finocchio, liquerizia, etc etc)
    – fare impacchi freddi sul fegato a stomaco vuoto
    – prendere per qualche periodo (durante i cambi di stagione o quando se ne sente la necessità) una o due pasticche al giorno di Liv52 (http://liv52.com/)
    – assumere regolarmente succo di aloe vera al mattino e la sera prima di andare a dormire
    – mangiare yogurt
    – mangiare semi di cardamomo
    – utilizzare spezie rinfrescanti per preparare i cibi: curcuma, peperoncino, zenzero, coriandolo, cumino…

    anche sono curioso di ampliare la conoscenza riguardo i trattamenti possibili! postate gente, postate!

  3. nunzia

    buona sera vorei sapere ,che significa il fegato ingrosato e una cosa grave grazie.

  4. @ nunzia: Fegato ingrossato è sinonimo di steatosi epaitca. Non è una cosa grave ma è meglio curarlo con una sana alimentazione. Rivolgiti comunque al tuo medico di famiglia che ti saprà dare tutte le risposte del caso. Ciao

  5. Alberto

    Salve, io ho il problema dei calcoli nella cistifelia ed è un po di tempo che vorrei fare la pulizia come descritto nel punto “3” qui sopra, dato che vorrei evitare l’operazione ; il fatto è che provocare uno spasmo al fegato per fargli espellere la bile con i calcoli mi intimorisce un poco, questa tecnica che problemi può dare ? ho sentito parlare di possibili coliche ed anche di battito cardiaco accelerato,bisogna prima parlarne con il medico di fiducia? Ciao.

  6. @ Alberto: si bisogna sempre rivolgersi prima al proprio medico curante.

  7. Alberto

    @ DanieleMD:

    Ciao Daniele, senti ma durante le ore successive al trattamento si avverte che qualcosa sta succedendo a livello del fegato ? se i calcoli sono un po grandi si sentono fuoriuscire ? scusa ma sto cercando di prepararmi alla cosa, grazie.

  8. Alberto

    DanieleMD ha scritto:

    @ Alberto: si bisogna sempre rivolgersi prima al proprio medico curante.

    Sono stato a fare l’ecografia, ci sono quattro calcoli di circa 10mm, piu’ altri piu’ piccolini, alla fine ho chiesto al professore se conosceva questa tecnica, e con mia sorpresa non mi ha risposto in maniera negativa, solo mi ha detto che è ancora allo studio, gli ho chiesto “ma eventuali problemi ?” e lui “il pericolo è che se parte un infiammazione al pancreas chi la ferma? può essere molto pericolosa” che poi, mi ha spiegato, è il vero problema di chi ha i calcoli al fegato perchè quando si muovono possono far degenerare in pancreatite, concordando che togliere la cistifelia significa privare l’organismo di un organo mi ha anche consigliato eventualmente gli acidi per far sciogliere i calcoli.

  9. francesca

    ciao a tutti
    mia nonna ha 78 anni ed e affetta da una patologia che gli coagula il sangue. è stata in ospedale e l’hanno imbottita di farmaci ( gente incompetente) e adesso ha il fegato dolente e ingrossato. noi vorremmo aiutarla con un alimentazione corretta o dei cibi appositi. potreste indicarmeli specificando quali sono. Non vorrei una dieta ferrea ma qualcosa per poterla aiutare un po’! grazie a tutti ciao

  10. solange

    ciao. steatosi epatica a causa di tamoxifene… corrisponde a verita…. la tisana di carciofo… che oltretutto fa schifo anzi schifissimo.. ciao a presto

  11. solange

    la tisana di carciofo migliora la situazione del fegato con steatosi epatica?

  12. Ross

    Salve. Sono una donna di 45 anni e da recenti analisi del sangue, fatte a causa di un fastidioso dolore tra le scapole, ho scoperto di avere (di nuovo) un valore molto alto delle “gamma GT” e delle transaminasi; il medico di famiglia, che ho cambiato da poco, mi ha consigliato dieta “leggera” e soprattutto di smettere di bere! Io non sono astemia, ma certamente non bevo più di un paio di bicchieri di vino al giorno, che non credo possano giustificare valori così elevati. Anche mia madre (completamente astemia)e mia sorella si sono trovate nella stessa situazione e anche a loro un medico “tradizionale”, dopo aver escluso patologie quali epatiti o AIDS ha consigliato, con l’aria di che la sa lunga, di smetterla con il vino! Vorrei precisare che mi sono già trovata in questa condizione altre volte e che ho concluso,dopo molte ed inutili ricerche cliniche e grazie anche al parere di un omeopata, che si tratta di un effetto dello stress, che si concretizza spesso in crisi di ira (sul lavoro, naturalmente repressa). Vorrei sapere se è possibile che tale situazione sia effetto dello stress, se qualcun altro ne ha sentito parlare e se ha da consigliarmi un eventuale rimedio.
    Grazie.

  13. Ciao Daniele,

    mi hanno consigliato questo metodo
    http://www.forumsano.it/viewtopic.php?f=32&t=8
    per la pulizia del fegato.

    Cosa ne pensi (specialmente dei sali di Epsom e l’ornitina)? sono pericolosi?

    Ho delle domande sulla “tua” tecnica (che mi sembra più naturale e dolce) per la pulizia del fegato:
    1- cosa si può mangiare durante i 3-4 giorni? Solo succo di mela?
    2- cosa occorre fare per pulire prima l’intestino(clisteri, digiuno)?
    3- dove trovo la cassia?
    4- va bene anche il succo di mela comprato al supermercato o devo fare dei succhi con la centrifuga (che dovrei comprare)?

  14. ANNA RITA

    giorno sento da ieri un intolensimento nel lato destro nella parte del fegato cosa puo’ significare? premetto faccio un lavoro di scrivania e ho abitudine di poggiare il peso sul lato destro..anna rita lombardi

  15. emilianio

    salve doc. mi piace il tuo sito e il tuo modo di aprociare la questione : *cio’ che ti piace*
    al di la dei cnvenevoli rimane il fatto che mi hanno diagnosticato un fegato da incubo.
    sono a copahangen e qui sono molto precisi nelle diagnosi.
    epatite + cirrosi
    per la etaptite mi hanno detto arrangiti e per la cirrosi anche
    volevono faremi interferone ma poi hanno pensato che potevo andare in come…miii tutti matti.
    52 anni ho appena fatto una minioperazione per mettere i ‘palloncini’ sulle arterie vicino a cuore. adesso va melgio non ho piu dolori allo sterno. pero il fagoto … devo fare qulcosa, non e tanto per la diagnosi e che mi gratto spesso la pelle priúdme sempre (il fagot scarica dalla pelle perche saturo) poca energia, il cervello poi lasciamoperdere.. insomma che faccio…. non possso ne volgio fare nulla id aggressivo e nemmeno manenere qualche guru che dice di sapere tutto e poi ti fa del male. la storia della cannella che hai descritto e carina solo che dove le trovo quelle cose in danimarca e poi succo di mele come si fa a farlo fresco? non e mica un arancio, ce quello che i scomopra ma sara tutta schifezza zuccherata. domano vado dal dermatologo e forse mi dara bagniu dilampada uva o uvb . mi hanno ripempito e mi riempionoi id medicine per ilcuore ne ho cantate 10 al giorno per la pressoio per il sangua per i crampi per……lasciamoperdere. sono abbastanza demoralizzato e ho volgia di vivere e stare bene. rispondimi qualcosa di efficace se puoi . grazie

  16. Nane

    Buongiorno

    ho 50anni, e l’ultimo esame fatto avevo la glicemia a 109( al mattino in digiuno)colesterolo 227mg/dl
    ho letto le proprietà del LIV52, è secondo lei valido come integratore x il fegato??
    grazie

  17. tere

    io sto seguendo questa pulizia del fegato perchè ho del fango biliare e oltre a fare una terapia farmacologica sto prendendo anche qualche cosa in più e leggendo su internet ho trovato questa guida,vorrei sapere ma i ”bastoncini di cassia” dove si acquistano esattamente?Perchè io sono andata in erboristeria ma non cel’hanno hanno i bastoncini di cannella ma non quelli di cassia spero risponderai presto grazie

  18. conosco diverse persone che hanno eseguito la pulizia con successo, me compreso.

  19. Importantissima questa questione , ottimo consiglio . Lo proporrò anche io .

  20. rolling

    Da ecografia hanno trovato varie “cisti” e il fegato “grasso”. Consiglio sommario: stare a dieta.

    La pulizia del fegato e’ un po’ impegnativa. Qualche consiglio meno drastico ?

    Grazie

  21. o calcolo al fegato ,ma e anche ingrosato .come e che mi consiliayte di fare per desintosicarlo.grazie

  22. Natali

    Salve,

    vorrei chiedere un parere…Ho i calcoli alla cistifellea due di 2 cm,e purtroppo la mia bile è esclusa dal circolo epato-biliare…ho fatto la pulizia tre volte ma nn sono riusita a salvare la bile..sto facendo la cura antiparassitaria e sto prendendo una tisana per fluidificare la bile la Fumaria,vorrei sapere se c è qualche possibilità di recuperare la mia cistifellea,si può farla lavorare di nuovo???
    Grazie mille

  23. CARLO

    salve vorrei una sua risposta riguardo al mio mal di testa quaotidianamente sono costretto a prendere pasticche sempre di piu…
    ho fatto una cura per 3 4 mesi di queste pasticche INDERAL
    ee per un po sono stato bene ma ora mi ha ripreso gli attachi sono quotidiani..

    ho notato che se mangio molto il giorno dopo ho un forte mal di testa pensavo di purificare il fegato….

    ma secondo lei cosa devo fare ?????

    grazie per una vostra risposta

  24. [url=http://mapanastrone.net/]mapa[/url]

  25. giusi

    salve una mia amica e pottatore de epatite b,vorrei sapere se e curabile grazie ,

  26. ANGELO

    HO UN PROBLEMA DI STEATOSI GRASSO AL FEGATO VORREI CONSIGLI PER RISOLVERE IL PROBLEMA. SALUTI E GRAZIE

  27. angelo

    cosa posso fare per disintossicare velocemente l fegato dall’eccesso di alcool non superalcolici?
    grazie

  28. paola

    salve, io dopo iserectomia ho avuto coliche biliari e formazione di microlitiasi.8 anni fa.da 7 anni non ho coliche ma a periodi ho dolorino alla colecisti ed eruttazioni.sto assumendo deursill da 450 la sera.non seguo dieta sistematica e se sto
    bene mangio tutto.pero vorrei evitare intervento e iniziare una dieta idonea da seguire sempre,la attina ho bocca un po amara poi passa dopo un po’.questo dolorino cupo che un paio di volte l’anno mi accompagna per 15 gg come posso evitarlo?sono ansiona e stressata perche’ ho una vita non facile.grazie.ditemi cosa fare.p.

  29. Angela

    Salve mi succide che dopo aver assunto un po piu alcol la matina vomito un liquido giallo-verde, e una cosa grave? grazie

  30. Monica

    Buongiorno
    Il suo metodo è meno drastico di quello che prevede i sali di epsom che ho utilizzato io;sono riuscita a farlo una volta sola con ottimi risultati ma le tre volte successive ho vomitato ed è andato a monte tutto.Il suo metodo che tipo di alimentazione prevede durante i giorni di preparazione?
    Grazie per la risposta

Lascia una risposta

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén