Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Il cervello: togliamoci qualche curiosità.



cervello

Ossigeno. Il vostro cervello utilizza 20% dell’ossigeno totale nel vostro corpo.

Sangue. Come per l’ ossigeno, il vostro cervello utilizza 20% del sangue che circola nel vostro corpo.

Coscienza. Se al vostro cervello non arriva sangue per 8 – 10 secondi, perderete conoscenza.

Velocità. Le informazioni possono essere processate sia lentamente 0.5 metri/sec o velocemente 120 metri/sec.

Watt. Da sveglio, il vostro cervello genera fra 10 e 23 watt di potenaza; abbastanza energia per alimentare una lampadina.

Sbadiglio. Si crede che lo sbadiglio serva a far arrivare più ossigeno al cervello, quindi a raffreddarlo e risvegliarlo un po’.

Neocortex. La neocorteccia compone circa il 76% del cervello umano ed è responsabile della linguaggio e della coscienza. La neocorteccia umana è molto più grande di quella degli animali.

10%. Il vecchio mito che dice che gli uomini utilizzano solo il 10% del loro cervello non è vero. Ogni parte del cervello ha una funzione conosciuta.

Morte Il cervello può vivere per 4 – 6 minuti senza ossigeno e subito dopo comincia a morire. Nessun ossigeno per 5 – 10 minuti provocherà un danno cerebrale permanente.

Temperatura. La prossima volta che avete la febbre tenete presente che la più alta temperatura corporea mai registrata è stata di 46,5 gradi centigradi e che quella persona è sopravissuta.

Stress. Lo stress eccessivo “altera le cellule cerebrali, la struttura del cervello e la funzione del cervello.”

Cibi ed intelligenza. Uno studio su un milione di studenti di New York ha indicato che gli studenti che hanno mangiato pasti che non includevano aromi artificiali, conservanti e coloranti hanno avuto un risultato mediamente maggiore del 14% di coloro che hanno magiato cibi con gli additivi.

Solletico. Non puoi solleticarti da solo perchè il cervello distingue fra un inaspettato tocco esterno e il tuo.

Crescita. Il tuo cervello smette di crescere all’età di 18 anni.

Dolore. Non ci sono nocicettori nel cervello e quindi  non può sentire nessun dolore.

Avete qualche altra curiosità? Chiedete pure nei commenti… le so tutte!

firma.png

Previous

Il webbo e la tastiera…

Next

La natura è fonte di salute e bellezza!

9 Comments

  1. Conosco persone a cui il cervello ha smesso di crescere molto prima dei 18 anni :).
    A parte gli scherzi, molto interessante questo articolo, ciao!

    Manu
    manublog.org

  2. Il primario di neurochirurgia che segue mia mamma, sorpreso di fronte ad un grosso ematoma celebrale di una settimana che doveva portare come minimo al coma, ha esclamato che il cervello rimane il più grande mistero della scienza!

  3. Mattia

    Molto interessante, grazie :)

  4. silvia

    ..salve!!!..molti ragazzi fanno un giochetto (che io reputo molto stupido)…ciò consiste nel fare x 10 volte respiri profondi poi l’altro individuo fa una certa pressione al collo..(nn so di preciso dove) l’altro perde conoscenza e alcuni sognano anche.. vorrei chiederle se ciò provoca danni a livello celebrale e i rischi che si corrono…
    ..grazie mille in anticipo..!
    silvia

    • Ettore

      Ciao, non è sicuro al 100% che ci siano danni cerebrali facendo sto giochetto, ma c’è comunque un rischio, dato che, anche se il cervello sa tutelarsi, ci possono essere situazioni in cui non riesce a difendersi dall’asfissia, e persone che hanno gia altri problemi, magari non noti, potrebbero non riprendere conoscenza o metterci tempo privando il cervello dell’ossigeno necessario. Infatti la spiegazione scientifica di questo giochetto è che facendo respiri veloci per un po di tempo(io sapevo 40 secondi), il corpo va in iperventilazione, ciioè eccesso di ossigeno, e prende le contromisure adeguate, riducendone l’afflusso agli organi, dopodichè, premendo sulla carotide(una delle arterie che porta l’ossigeno ed il sangue al cervello), si riduce il flusso di sangue e ossigeno ed il corpo, che gia ne stava assorbendo poco, va in ipossia, cioè mancanza di ossigeno ed il nostro corpo(che cosa strabiliante) per evitare danni più gravi predispone lo svenimento, in modo da limitare il bisogno di ossigeno ed aiutare, con la posizione orizzontale, l’afflusso di sangue al cranio. Comunque è meglio non provarci mai secondo me. Ciao!

  5. gabdra

    Davvero grazie per la informazioni,
    mi sono servite molto.

  6. loredana

    salve,il mio compagno tramite una visita neurologica dovuta a dei tremori e bruciori ma anche formicolii insoliti nelle mani ha scoperto di avere un cicatrice sul cervello risalente al infanzia ho persino alla nascita,a causa di ciò,il medico ritiene che il suo cervello non venga ossigenato a sufficienza e quindi ha questi sintomi..ultimamente ha spesso giramenti di testa e si sente molto più debole.una minore ossigenazione del cervello che conseguenze porta nel tempo? ora deve fare un ulteriore visita che consiste in un encefalogramma mobile,nel senso che deve tenere applicate sulla testa delle ventosette collegate ad un dispositivo di misurazione..e di li si andrà avanti ancora.la mia preoccupazione maggiore e se nel tempo peggiorerà..e come?

  7. Massimo

    Mio papà ha fatto un intervento alla carotide dx che era mal messa( premetto età 80anni)la s nn si poteva operare xche era calcificata , durante l’intervento ci sono state delle complicanze , si è rotta la carotide nel punto di clampaggio ed è rimasti x 28 minuti con solo le vene vertebrali che portavano sangue al cervello ….. Adesso è in rianimazione ma nn sappiamo ancora che tipo di danno neurologico ha xche le tac (3) a distanza di 24 ore una dal altra erano tutte negative !!!! Sai d’armi una spiegazione grazie. Massimo

  8. marco

    SALVE VORREI SAPERE A MIO CARO AMICO E SUCCESSO UNA DISGRAZIA IL GIORNO DEL SUO ADDIO AL CELIBATO PRATICAMENTE AL RITORNO DALLA FESTA CHI L’HO ACCOMPAGNAVA A CASA E CADUTO CON l’auto NEL FIUME E IL MIO AMICO E RIMASTO LEGATO IN AUTO CON LA TESTA sott’acqua IL PROBLEMA CHE QUANDO LO ANNO TIRATO FUORI GLI HANNO FATTO IL MASSAGGIO CARDIACO E A RIPRESO A RESPIRARE A FATICA MA SENZA PRENDERE COSCIENZA IN SEGUITO CHI LO HA SOCCORSO HA DETTO CHE AVEVA LE PUPILLE DILATATE ORA SONO 10GIORNI CHE E IN COMA FARMACOLOGICO E GLI DANNO DEGLI ANTI EPILETTICI PERCHE GLI SONO VENUTE DIVERSE CRISI EPILETTICHE LE TAK CHE GLI ANNO FATTO NON HA RISCONTRATO NESSUNA LESIONE ANCHE PERCHE NON HA RIPORTATO NEANCHE UN GRAFFIO SOLO CHE NON SAPPIAMO QUANTI MINUTI E RIMASTO SOTT’ACQUA PRIMA CHE LO TIRASSERO FUORI SECONDO LEI RIUSCIREMO A VEDERLO DINUOVO IN PIEDI?SI SVEGLIRA? GRAZIE

Lascia una risposta

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén