Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Category: bambini (Page 2 of 3)

Ars Pueri – Mostra guidata sul disegno infantile.

ars-pueri_locandina_30x68_200dpi_arspueriday1

L’espressività grafica dei bambini è un linguaggio che risale a tempi antichissimi: basti pensare che nel suo dipinto del Cinquecento Ritratto di fanciullo con disegno Giovanni Francesco Caroto ritrae un ragazzo mentre mostra un suo disegno raffigurante una figura umana, tratteggiata in maniera simile a quanto farebbe un bambino del nostro tempo. A distanza di ben cinquecento anni l’espressione grafica dell’infanzia non sembra essere mutata.

Al di là delle mode del momento, si tratta di un argomento di estremo interesse sia nel campo dell’arte che in quello della psicologia, sempre fecondo di stimoli e approcci innovativi.

Ad affrontare questo tema nella Mostra guidata sul disegno infantile Ars Pueri è Nunzia Tarantini, psicologo sperimentale e psicoterapeuta, docente di Psicologia e simbologia dell’architettura nelle Accademie di Belle Arti di Bari e Lecce. Tramite un approccio di tipo simbolico o interpretativo, cercherà i significati psicologici e i processi emotivi del bambino e dell’adolescente che con tutto se stesso si immerge nell’immagine che prende forma davanti ai suoi occhi. Mostrerà dunque come i disegni infantili esprimono la personalità, le dinamiche interiori, i conflitti interni e le paure proprie dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il disegno infantile verrà letto proprio come si fa con un sogno o come il gioco dei bambini: sarà decifrato attraverso un codice interpretativo che fa riferimento alle dinamiche inconsce.

La mostra guidata sul disegno infantile si terrà Sabato 13 Giugno dalla 15 alle 20.00 a Conversano (Ba) presso la Scuola Secondaria di I Grado F. Carelli in Via Risorgimento 22.

Dopo la Mostra il sito www.arspueri.it raccoglierà materiali e spunti dall’evento.

Invito tutti i miei lettori a partecipare a questo evento.

Impariamo dai bambini!

vignetta-bambini

Potete imparare molte cose dai bambini. Ad esempio quanta pazienza avete.” – Franklin P. Jones

Avete mai visto un un bambino completamente preso dal suo progetto? Hanno la capacità di essere seri in ciò che fanno senza prendersi troppo sul serio. Potete fare lo stesso con la vostra vita!
Ecco alcune cose che ogni bambino conosce ma che potremmo aver dimenticato. Provate ad applicarle alla vostra vita quotidiana.

I compiti a casa sono pallosi! Portare il lavoro a casa rovinerà la vostra notte. E la vostra coppia. E la vostra famiglia. E la vostra vita.

Non portate a casa il lavoro. Se siete sovraccaricati e non avete abbastanza tempo sul lavoro di fare che cosa è preveduto, ditelo al vostro superiore (se vi licenziano non è colpa mia però…). La casa dovrebbe essere la vostra zona di relax, e non un altro posto di lavoro. Assicuratevi che il lavoro e il tempo libero siano separati nella vostra mente. Una doccia o il cambiarsi gli abiti appena rientrati a casa potrebbero aiutarvi in questo intento.

L’unico modo per sapere come funziona una cosa è smontarla! (Va inteso in senso metaforico… non provate col vostro televisore al plasma!)

Un problema difficile? Smontalo! La cosa importante è fare qualcosa subito. Una volta che avete qualcosa, potete capire meglio il problema. E’ inoltre molto più facile da migliorare qualcosa che già esiste.

Domandare è il modo migliore per capire come funzionano le cose. Fate tantissime domande.

I nostri cervelli sono programmati per essere curiosi. Mentre si cresce e si “matura” molti di noi soffocano o negano la nostra curiosità naturale. Sii curioso! Il modo migliore per esercitare la nostra curiosità è chiedere: “perché?”

Il vostro corpo è stato progettato per calciare un pallone, per saltare sui letti per andare sott’acqua. Nella lingua segreta dei bambini, la parola “fitness” non esiste perchè per loro si chiama divertirsi.

Tutto può essere un gioco. Perché annoiarvi mentre vi allenate, quando potete aggiungere un po’ di divertimento? Inventatevi le regole, segnatevi i record personali, riguadagnate il vostro spirito competitivo. Nessun timore, nessun dubbio, nessuna autocritica, nessuna preoccupazione, nessuna ansia distruttiva. Un bambino può fare qualsiasi cosa. E sapete cosa? La cosa giusta.

Vignetta originale in ingelse dal titolo: “Perchè i bambini moderni sono stupidi”. Thanks to Alessandro Bonino (correte a leggere il suo blog).

Via

firma.png

“Psicofarmaci da banco” e giovani: è allarme rosso anche in Italia!

smartshop

E’ di pochissimi giorni fa la news dell’ANSA che ci informa tristemente che “Cresce uso psicofarmaci senza ricetta tra studenti.”
Riporto qualche piccolo stralcio dell’agenzia e poi provo ad approfondire l’argomento.
“Cresce in Italia l’assunzione di tranquillanti e sedativi senza prescrizione medica tra i ragazzi di eta’ compresa tra i 15 e i 16 anni. E’ quanto emerge da l’indagine scolastica 2007 su alcol e altre droghe dell’Espad (European school project on alcohol and other drugs) che ha coinvolto 35 paesi europei. Dieci mila i giovani intervistati dall’Istituto di fisiologia clinica (Ifc) del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa per la parte della ricerca che ha riguardato il nostro paese. Dati alla mano l’Italia si colloca al quarto posto con il 10% degli studenti che fa uso di sostanza farmacologiche che non necessitano di prescrizione medica con una percentuale femminile doppia rispetto a quella maschile (13% contro il 7%).”
“Non solo: per ”sballare”, alla tendenza si associa il consumo di alcolici dichiarato dal 6% degli studenti europei (la punta massima, 18%, si registra nella Repubblica ceca) e dal 4% di quelli italiani.”
“…aumenta in modo significativo, soprattutto in Italia, il consumo episodico di quantita’ elevate di alcol (ovvero il binge drinking, che equivale a cinque o piu’ bevute di fila) che in particolare per le ragazze e’ passato dal 35 al 42% tra il 2003 e il 2007.”
Questa indagine ci fornisce dati preoccupanti, ma l’articolo, che è stato riportato da una settantina di giornali e siti, ha una carenza grave: di quali psicofarmaci da banco stiamo parlando???
In Italia non esitono piscofarmaci da banco e quindi nessun farmacista può vendere psicofarmaci senza prescrizione medica.

Ora quindi lasciando da parte, i farmacisti stron@i (scusate ma non mi vengono altre parole per definirli) che li vendono lo stesso, i genitori incoscienti che lasciano incostoditi i loro sedativi e i genitori assassini che danno le loro pillole ai propri figli, mi sa tanto che si fa riferimento alle smart drugs (droghe furbe) che devono il loro nome al fatto che riescono a stare fuori dalle tabelle legislative sugli stupefacenti e, perciò, si possono acquistare liberamente nelle erboristerie, su Internet o nei cosiddetti smart shop, e secondo l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) possono essere molto pericolose per la salute. l’Iss ha messo a punto uno specifico manuale nel quale ha classificato le 25 «droghe furbe» più pericolose.

Vediamole insieme:
-fungo ovolo malefico (principio attivo muscimolo);
-noce di betel (arecolina);
-hawaiian baby woodrose (ergina);
-ginseng indiano (witanolidi);
-assenzio (absintina);
-natema (dimetiltriptamina);
-occhi di dio (sesquiterpeni);
-arancio amaro (sinefrina);
-mao (efedrina);
-tlilitzin (ergina);
-lattuga selvatica (lattucina);
-mimosa tenuiflora (dimetiltriptamina);
-biak (mitraginina); yohimbe (yohimbina);
-badoh (ergina);
-menta magica (salvinorina);
-kanna (mesembrina);
-malva branca (efedrina);
-tribolo (protodioscina);
-trichocereus (mescalina);
-cactus di San Pedro (mescalina);
-torcia peruviana (mescalina);
-trichocereus validus (mescalina);
-trichocereus bacbg (mescalina);
-voacanga africana (voacamina).

Le ho elencate in modo che i genitori responsabili possano controllare cosa assumono i loro figli.
Chiaramente l’AIFA e l’Istituto Superiore di Sanità erano già state allertate su questo problema, ma lo ritenevano sotto controllo…

firma.png

Due bambini tentano il suicidio ma nessuno dice niente!

suicide

Meno male che ci sono associazioni come “Giù le mani dai bambini” e blog come Protonutrizione che si occupano di informare la gente su ciò che accade per la terapia dell’ADHD.

Mi riferisco al fatto che in Italia, due bimbi in terapia per ADHD cui veniva somministrato lo Strattera® ( psicofarmaco somministrato anche in Italia ai bambini iperattivi, agitati e distratti) hanno manifestato idee suicidarie. Ma l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) non ha ritenuto di informare tempestivamente la cittadinanza!

“Incomprensibile silenzio – ha dichiarato Luca Poma portavoce nazionale di Giù le Mani dai Bambini – l’agenzia avrebbe dovuto emettere sollecitamente un comunicato, ma nessuno è stato informato di questi gravi fatti, d’interesse soprattutto per le famiglie con figli in cura con queste molecole”.

Nel Regno Unito durante il periodo di monitoraggio dell’atomoxetina (il principio attivo dello Strattera®) sono stati registrati 130 tentativi di suicidio.

Riporto anche il comunicato stampa di Giù le Mani dai Bambini.

Read More

Ci siamo riusciti! Hanno cambiato gli ingredienti dello spumante per bambini!

cin cin

Ciò di cui parlerò in questo articolo scaturisce da un articolo di Maggio scorso ovvero “Lo spumante per bambini! Indovinate gli ingredienti.

Che ci fosse qualcosa che non “quadrava” me ne ero accorto qualche giorno fa quando una giornalista mi ha mandato una mail in cui mi diceva che aveva trovato lo spumante per bambini delle winx ma che gli ingredienti riportati sulla bottiglia erano diversi da quelli scritti nel mio precedente post, ed erano molto più salutari: succo di frutta, aromi naturali.  Cosa poteva essere successo?
Le ipotesi erano tre: la ditta aveva cambiato solo l’etichetta; la ditta aveva provveduto a cambiare davvero gli ingredienti; mi ero inventato un mare di fesserie…
La terza la escludiamo subito anche perchè se avessi riportato dati non reali sarei stato già querelato; la prima fa troppo dietrologia e a me non va neanche di pensarle queste cose; la seconda sembrava quindi la più verosimile ma mi lasciava comunque perplesso perchè non credevo che il potere mediatico della rete fosse così forte (almeno in Italia).

Read More

Neuroblastoma: aiutaci ad aiutare.

Per questa brutta malattia si può fare qualcosa ma senza soldi non si va da nessuna parte. Gli utenti di oknotizie stanno provando a dare una mano, se ti va aggiungi anche la tua.

Clicca qui e troverai tutte le informazioni necessarie!

firma.png

Meno psicofarmaci ai bambini? Finalmente ci siamo riusciti!

adhd

Leggo felicemente indignato una notizia dal sito ansa e provo ad analizzare insieme a voi il testo del comunicato stampa. (Fra virgolette gli stralci del comunicato stampo, in blu i miei commenti)

“Farmaci: Esperto, -30% prescrizioni psicofarmaci per bimbi.
Milano, 20 nov – Nessun boom di psicofarmaci tra i bambini italiani: dal 2004 al 2007 le prescrizioni sono calate del 30%, e anche i trattamenti per la sindrome da iperattivita’ (Adhd) sono nettamente al di sotto delle aspettative.
A dirlo e’ Carlo Lenti, neuropsichiatra infantile dell’Universita’ di Milano, durante il convegno Milanopediatria 2008. ”In questi ultimi anni – spiega Lenti – e’ in atto un drastico calo della prescrizione di psicofarmaci (come antidepressivi e neurolettici) in eta’ pediatrica. Questo soprattutto a causa di campagne di sensibilizzazione sociale che hanno demonizzato in modo acritico l’uso di questi farmaci, spaventando i genitori e gli stessi medici”.

Read More

I bambini obesi diventano adulti obesi?

bimbo

Se sei preoccupato chi il tuo grasso bambino possa soffrire nel futuro di problemi più seri, allora benvenuto nel club. Circa il 18% dei bambini occidentali tra i 6 e i 19 anni sono sovrappeso, e l’obesità infantile sta aumentando in tutto il mondo. Ma cosa significa essere precocemente sovrappeso nel periodo che va dalla giovinezza all’età adulta? Il bambini in sovrappeso si trasformeranno necessariamente in adulti grassi e con problemi di salute?
L’epidemiologo David Freedman del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, dipartimento di Nutrizione, ha approfondito la questione. Sebbene la scienza non abbia ancora prodotto dei risultati definitivi che dimostrino incontrovertibilmente che i fattori di rischio per la salute che dovranno affrontare nel futuro i bambini obesi sono maggiori, le ricerche di Freedman evidenziano chiaramente almeno che l’obesità infantile persiste anche in età adulta.

Read More

Troppa televisione “è un fattore di rischio per l’ asma”

patata

I risultati di una ricerca indicano che i bambini che guardano la televisione per più di cinque ore al giorno hanno un rischio maggiore di sviluppare l’asma, scienziati hanno trovato.I ricercatori hanno concluso che la possibilità di sviluppare questa patologia respiratoria era cinque volte maggiore nei bambini che guardano la televisione per cinque ore al giorno rispetto ai bambini che la guardano per solo un’ora.
Questo potrebbe essere attribuito al fatto che i bambini “poltroni” fanno meno sospiri rispetto ai bambini con uno stile di vita più sano. Le ispirazioni profonde infatti svolgono un ruolo significativo nel migliorare il funzionamento dei polmoni ma stare seduti per oreconduce ad una respirazione poco profonda.

Read More

Lettera ai Bambini.

girotondo

“E’ difficile fare le cose difficili:
parlare al sordo,
mostrare la rosa al cieco.

Bambini imparate a fare le cose difficili:
dare la mano al cieco,
cantare per il sordo,
liberare gli schiavi
che si credono liberi.”

Read More

Page 2 of 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén