Psiche e Soma

Ricette per una vita migliore!

Category: cosmetica (Page 2 of 3)

Occhi stanchi? Un rimedio veloce e naturale.

occhi-stanchi

Hai gli occhi stanchi? Ultimamente dormi poco o semplicemente l’aria che respiri non è poi tanto pulita? Vediamo un trucchetto semplice e veloce che vi potrà far risparmiare l’utilizzo delle costose creme per gli occhi.

Vi basterà solo un cucchiaio!

Lasciate due cucchiai in freezer per qualche minuto (non più di 10). Appena li sentite freddi toglieteli e poggiateli sotto i vostri occhi più a lungo che potete. Il freddo causerà una costrizione dei vasi sanguigni che si trovano sotto le palpebre inferiori e in questo modo andranno vie le borse sotto gli occhi e le occhiaie.

Potete anche mettere dei cubetti di ghiaccio in un tovagliolo e romperli se non avete il tempo di aspettare che il cucchiaio si raffreddi.

Più semplice di così…

firma.png

I cibi che aiutano la bellezza.

bella

Cosa mangiare ogni giorno per essere belli e sani!

Aceto di mele

Oltre ad avere eccezionali proprietà curative, l’aceto di mele rende la pelle elastica. La sua alta concentrazione di enzime aiuta ad eliminare le cellule morte della pelle. Aiuta a sciogliere i grassi e a digerire meglio.

Carote.

Mantengono giovane lo strato esterno dell’epidermide prevenendo i danni del tempo.Le sostanza contenute nelle carote sono le stesse che si trovano nella famosa crema RetinA.

Formaggi.

Per assicurarti un sorriso smagliante, aggiungi una o due fette di formaggio alla tua dieta. Un bel pezzo di parmigiano, o di qualsiasi buon formaggio italiano, bloccherà i batteri nella bocca e preverrà la carie.

Agrumi.

Aggregano le cellule connettive facendo si che si formi il collagene. Il collagene non può essere sooministrato alla pelle in nessun altro modo, ecco perchè arricchire l’alimentazione quotidiana con questi frutti e con il loro succo, è così importante.

Mirtilli.

Mantengono sano l’apparato urinario.

Aglio.

Aiuta a combattere le rughe e rigenera i tessuti.

Yogurt magro.

Ha un alto tenore di calcio, che aiuta il tuo sorriso a rimanere sano e privo di carie.

Patate dolci.

La vitamina A è conosciuta come una agente anti invecchiamento, e le patate dolci sono ricche di questa importante vitamina; le piacevoli conseguenze della sua assunzione sono un pelle più luminosa e liscia.

Pomodori.

Questi frutti dell’amore, ti faranno amare la tua pelle. I pomodori sono ricchi di vitamina A, C, e di potassio.

Germe di grano.

Se ti vuoi sbarazzare di brufoli e foruncoli in modo rapido ed efficiente, assicurati di aggiungere alla tua alimentazione due o tre tavolette di germe di grano ogni giorno. Le puoi aggiungere allo yogurt, ai cereali, alla ricotta.

Verdure.

Ogni giorno abbiamo bisogno di 3/5 porzioni al giorno di verdire, e cercatedi introdurre almeno una porzione di verdure a foglia verde crude.

Frutta.

Dalle 2 alle 3 porzioni al giorno. Una porzione è ½ tazza di macedonia per esempio.

Carne.

Non assumerne più di due porzioni ragionevoli al giorno, scartando il grasso visibile, e cercando di integrarenel consumo di carne il tacchino e il pollo. Sostituire una porzione di carne con una porzione di pesce è l’ideale.

firma.png

Sani e belli con l’agopuntura.

sedere

Nota dell’autore: questo è un guest post di Catherine Bellwald del Uno Due Tre Volersi bene è già curarsi. Puoi seguirla iscrivendoti ai suoi feed RSS.

E’ interessante sapere che in Cina e soprattutto negli USA, vanno alla grande i corsi di agopuntura estetica con protocolli di lavoro in questo campo sempre più sofisticati, per far fronte all’ aumento delle richieste di trattamenti estetici afarmacologici come nuova frontiera della medicina estetica.

L’agopuntura viene usata con grande efficacia nel trattamento delle rughe: con l’utilizzo di aghi sottilissimi, si solleva meccanicamente il letto della ruga ottenendo così in loco un’ attivazione trofica del tessuto cutaneo per mediazione chimica. Molto valido anche il trattamento della cellulite e dell’accumulo di adipe localizzato, dove con l’azione degli aghi si ottiene una maggior circolazione vascolare ed energetica locale.

Non deve stupire questo interesse in campo estetico; di fatto non esistono pillole per le rughe, non esistono pillole per la cellulite. Non esistono pillole per non avere peli superflui (sono sicura che se esistessero, la depilazione sarebbe in disuso).

Read More

Date di scadenza sorpedenti…

frigo

E’ facile capire se alcuni cibi o alcuni prodotti che avete in casa sono scaduti: il latte diventa acido, il formaggio ammuffisce la carne cambia colore…

Ma cosa dire invece di quella confezione di olive che “riposa” nel vostro frigo dalle scuole elementari? O alcuni prodotti che conservate gelosamente nell’armadietto del bagno (vd. deodoranti e dentifrici)?

Ecco allora che realsimple con l’aiuto di esperti e di produttori ha compilato una piccola guida con molte date di scadenza. Chiaramente la durata dei prodotti è influenzata dal modo di conservarli. I cibi, salvo indicazione contraria, dovrebbero essere conservati in un posto freddo e asciutto. Dopo le date di scadenza i prodotti di bellezza e quelli per le pulizie domestiche sono probabilmente ancora sicuri ma possono essere meno efficaci.

Ecco l’elenco (adattato alla realtà commericiale italiana):

Alimenti

Birra
Non aperta: 4 mesi.

Read More

Oro incenso e.. mirra??? Cosa è la mirra e in che modo può far bene alla salute.

mirra

Sono anni che in questo periodo sentiamo parlare di oro incenso e mirra e sono anni che ci chiediamo:”cosa cavolo è la mirra?”
Oggi come regalino di Natale vi spiegherò al volo cosa è e come può essere utilizzata per migliorare la nostra salute.

Read More

Come “diventare” fotogenici!

tina

Ci sono moltissime donne che di persona sono molto attraenti ma in foto non appaiono belle, noi abbiamo dei suggerimenti da dare a queste vittime della macchina fotografica.

Ritieni di non essere fotogenica? Non preoccuparti esiste una soluzione. Impara a truccarti nella maniera giusta, mettiti nella posizione corretta, scegli i vestiti adatti e usa le luci per illuminare il tuo viso. Qui ti forniamo dei consigli per combattere strenuamente la crudeltà della macchina fotografica.

Read More

Pulizia facciale e scrub naturale del viso.

maschera naturale

Non c’è niente di più bello che sentire la propria pelle pulita e fresca! E’ una sensazione che dona una carica maggiore per affrontare le insidie della giornata.
Potete provare questi metodi casalinghi per la pulizia del viso. Sono facilissimi da preparare, sono efficaci e sono ad un costo decisamente conveniente. Confezionatevi da sole un sapone per il viso, privo di additivi e sostanze chimiche di cui ignoriamo l’esistenza. Otterrete prodotti naturali, ottimi, e ricchi di sostanze nutritive per la vostra pelle.

Read More

I vari tipi di pelle.

skin

Dopo avervi invitato a fare il test per scoprire quale tipo di pelle avete oggi vedremo quali sono le caratteristiche dei vari tipi di pelle.

La pelle normale

È un tipo di pelle piuttosto raro, reperibile solo nell’infanzia e nella prima giovinezza; la pelle non è stata ancora attaccata da fattori esterni o da incidenze di ordine interno, tutte le funzioni biologiche sono normali; il colorito è omogeneo; la pelle si presenta con un aspetto fresco, piacevole al tatto, quasi turgida, non si notano rughe superficiali, è liscia e luminosa. I pori sono molto ristretti, quasi invisibili; sul naso e sul mento compaiono a volte alcuni comedoni; l’idratazione e lo stato di tensione della pelle sono equilibrati; le guance sono ben irrorate, leggermente rosate e senza capillari dilatati (couperose).
Se durante il ciclo mestruale o in coincidenza dell’ovulazione compaiono foruncoli nel terzo inferiore del viso, si tratta di una normale manifestazione ormonale; le impurità scompaiono presto e non necessitano di alcuna cura particolare.
E soprattutto ciò che garantisce alla pelle normale di apparire liscia, soda e vellutata è determinato dal funzionamento equilibrato delle ghiandole sebacee e sudoripare: infatti il film lipidico-proteico superficiale e l’idratazione sono in armonico equilibrio.
Il film lipidico-proteico superficiale è una pellicola acida protettiva che ricopre completamente la cute. Deriva dal secreto delle ghiandole cutanee (sebo e sudore) a cui si aggiungono detriti cellulari provenienti dalla desquamazione dello strato corneo. Il film si rinnova continuamente ed è costituito da una parte idrosolubile e da una frazione liposolubile. La prima è formata da elementi inorganici sodio, potassio, calcio e da elementi organici: acidi (lattico soprattutto), urea, aminoacidi. La percentuale di questi elementi varia a seconda dell’età del soggetto e del distretto cutaneo interessato. La parte liposolubile è invece rappresentata per il 60% da gliceridi e acidi grassi e per il rimanente da squalene e cere.
L’idratazione assicura l’elasticità e la flessibilità della cute. La pelle umana ha un contenuto medio di acqua del 70%: è maggiore negli strati più profondi e tende progressivamente a decrescere verso la superficie per il normale processo di cheratinizzazione. Questo fenomeno di disidratazione naturale è fisiologico: l’acqua persa per evaporazione viene rimpiazzata da una pari quantità proveniente dall’ambiente interno. Nello strato corneo, l’acqua viene trattenuta dalla presenza, tra le diverse lamelle, di sostanze per lo più proteiche denominate fattori di idratandone naturale. I principali componenti di questi fattori sono l’acido piroglutammico, il lattato sodico e numerosi aminoacidi. Queste sostanze idrosolubili sono protette da un materiale lipidico: si crea cosi un sistema di membrane impermeabili che permette alle sostanze idrosolubili di captare l’acqua per osmosi, e impedisce che sostanze stesse si sciolgano o fuoriescano quando lo strato corneo è immerso nell’acqua.
Modificazioni stabili della composizione dei film lipidicoproteico o dello strato di idratazione condizionano i diversi tipi di pelle. Spesso alla base del fenomeno stanno fattori genetici predisponenti; altre volte invece agiscono farmaci, diete alimentari, stress, sostanze collegate all’ambiente di lavoro o alla città in cui si vive. Le più frequenti modificazioni cutanee sono la pelle secca e la pelle grassa. La prima condizione è dovuta sia ad una riduzione della percentuale di acqua (disidratazione) sia ad una diminuzione della quantità di sebo prodotta (alipia).
La pelle grassa è dovuta ad un aumento, e a volte anche ad una modificazione qualitativa, del sebo secreto dalle ghiandole sebacee.
In conclusione la cute normale è un tipo di pelle abbastanza difficile da incontrare; inoltre, con l’invecchiamento, tende ad andare incontro a secchezza e disidratazione.

Read More

Che tipo di pelle hai? Fai il test!

skin

I vari tipi di pelle

La pelle è un organo attivo, non un semplice rivestimento inerte del corpo di cui assicura il mantenimento nelle migliori condizioni, garantendone l’integrità.
Lo stato di salute della pelle si realizza tramite un equilibrio dinamico e continuo tra l’ambiente esterno e quello interno. Ogni evento lesivo comporta una immediata risposta delle diverse componenti cutanee per ripristinare nel più breve tempo possibile una condizione di normalità. La pelle reagisce a stimoli interni o a fatti esterni con modificazioni che alterano le sue normali caratteristiche. Queste modificazioni possono essere temporanee e facilmente eliminabili oppure, se prolungate nel tempo, condizionare vere e proprie differenziazioni cutanee. Si delineano in tal modo i vari tipi di pelle  comunemente conosciuti.
Ogni trattamento per il viso deve partire dalla determinazione del tipo di pelle.
Quando si cerca di individuare il tipo di pelle bisogna ricordare che lo stato della pelle è influenzato dalla stagione (d’inverno la pelle è più idratata), dall’ora (di giorno la secrezione di sebo e sudore aumenta) dalle condizioni di vita del momento (problemi psicologici, tipo di alimentazione, situazione ormonale), perciò è consigliabile sottoporre la propria pelle a periodici controlli per essere sicuri di interpretarne correttamente i segnali.
Inoltre è da considerare che si deve determinare non un tipo di pelle ma uno stato della pelle. Infatti una pelle sensibile potrebbe anche essere normale o grassa o secca o mista.

Read More

Creme solari. Meglio sapere cosa stiamo spalmando sulla nostra pelle!

crema solare

E’ di circa un mese fa la notizia che l’ Ue ha sancito per legge il divieto di utilizzare la dicitura “schermo totale”. Perchè? E’ fuorviante! Infatti generano l’errata convinzione che una volta applicati ci si possa esporre al sole come e quanto si voglia. Invece della formula ingannevole “schermo totale”, il fattore di protezione ai raggi solari dovrà essere contrassegnato con basso, medio, elevato, molto elevato. Le confezioni dei cosmetici dovranno contenere avvertenze più severe, indicando che i raggi UVA sono responsabili dell’invecchiamento della pelle e alterazione del sistema immunitario.

Riportata questa notizia (che spero già conoscevate) e ricordando comunque che è sempre meglio non esporsi al sole dalle 11 alle 15 e che è sempre il caso di usare una crema protettiva, vediamo adesso come sono fatte queste creme solari e come scegliere quella giusta.

Ma cosa stiamo mettendo sulla nostra pelle?

Sebbene gli industriali del cosmetico affermano che i prodotti chimici presenti nelle loro creme non vengono assorbiti all’interno del corpo, molti gli studi dimostrano il contrario: almeno quattro tra i più comuni filtri solari vengono assorbiti eccome, dato che sono stati ritrovati non solo negli strati più profondi della pelle,  ma anche nelle urine. E poi, c’è da chiedersi come potrebbero funzionare certi farmaci veicolati con il cerotto (nicotina, ormoni, cardiologici) ?

Vediamo le caratteristiche di alcuni filtri presenti nei solari:
Octinoxate (Octyl Methoxycinnamate) – Il più utilizzato perché poco sensibilizzante e fotoallergenico. A concentrazioni simili a quelle presenti nelle creme solari, ha dimostrato una certa azione estrogenenica (rischio di tumore al seno) sui topi da laboratorio.
Benzophenone-3Causa reazioni fotoallergiche. Viene assorbito dalla cute in quantità significative. In uno studio è stato trovato nelle urine di 86 ragazze su 90 che ne facevano uso.
Octisalate – favorisce l’assorbimento cutaneo di altre sostanze chimiche presenti nelle creme.
Avobenzone (Parsol 1789) Butyl Methoxydibenzoylmethane – E’ un filtro UVA. I raggi del sole lo scompongono in prodotti chimici sconosciuti, soprattutto se in presenza (nella crema) di Octixonate.
Octocrylene – Viene miscelato con altri filtri UV per aumentarne l’effetto schermante. Esposto alla luce solare produce radicali liberi.
Homosalate – Ha dimostrato di possedere una blanda azione xenoestrogenica (rischio di tumori ormonodipendenti). Facilita l’assorbimento di sostanze chimiche.
Esulizole (Phenilbenzimidazole Sulfonic Acid) Produce radicali liberi se esposto alla luce del sole, causando danni al DNA. Potrebbe causare il cancro.
Padimate-O (Octyl-Dymethyl PABA/PABA ester) – Un derivato del famoso filtro solare PABA. Gli studi mostrano che si decompone in radicali liberi, danneggia il DNA, ha un’azione estrogenica e in alcune persone può causare reazioni allergiche.
Sulisobenzone (Benzophenone-4) Può causare irritazione cutanea. Non penetra gran che nella pelle, ma facilita la penetrazione di altre sostanze chimiche.
4-Methylbenzylidene camphorRicercatori europei temono che possa avere una tossicità tiroidea e un’azione xenostrogenica.

Read More

Page 2 of 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén